15 Agosto 2018 - Aggiornato alle 06:44
SPORT
A Firenze per vincere a tutti i costi
28 Aprile 2018 22:18 —

L’impresa di Torino si respira ancora in città, però aver battuto la Juventus nello scontro diretto è stato solo il primo passo per il raggiungimento del sogno. È stato, insomma, la base di partenza verso quel sogno chiamato scudetto. Ecco perché è necessario archiviare il successo di sette giorni fa e pensare soltanto alla Fiorentina ed a centrare un’altra vittoria, su un campo ostico mai violato da Maurizio Sarri. Uno scoglio durissimo, quindi, con i partenopei che scenderanno in campo già consapevoli del risultato della Juventus a Milano contro l’Inter. Possibili due strade per Mertens e compagni; vincere per rispondere ai bianconeri e restare attaccati, con il fiato sul collo a -1, oppure conquistare i tre punti per il sorpasso, con gli uomini di Allegri incapaci di violare il San Siro nerazzurro. Trattasi, in entrambi i casi, di motivazioni fortissime che dovrebbero regalare la benzina necessaria a superare una squadra pure in lotta per il suo obiettivo, l’Europa League, al momento distante tre lunghezze. Ovviamente il Napoli non sarà solo nemmeno al Franchi; ben 3000 tifosi saranno sugli spalti dell’impianto viola pronti a sostenere la squadra, perché tutti “abbiamo un sogno nel cuore”. Sono quattro finali fino al 20 maggio, un mini torneo con 12 punti a disposizione ed il divieto assoluto di compiere passi falsi, sperando in un aiutino su altri campi. Solo conquistando tutte vittorie non si potrà recriminare davvero nulla. 
Formazioni. Il Napoli dovrebbe giocare con i “titolarissimi”, la squadra che si è imposta a Torino con Mertens preferito ancora una volta a Milik (il belga segnò la sua prima rete italiana proprio al Franchi). In casa viola, invece, possibile 4-3-2-1 ad Albero di Natale con Chiesa (obiettivo di mercato del presidente De Laurentiis già nella scorsa stagione e pronto a tornare alla carica nell’estate prossima) e Saponara alle spalle del Cholito Simeone. La buona notizia per Pioli è il recupero lampo di Badelj, nuovamente titolare, mentre la cattiva è l’infortunio di Vitor Hugo. 
Probabili formazioni 
Fiorentina (4-3-2-1): Sportiello; Laurini, Milenkovic, Pezzella, Biraghi; Veretout, Badelj, Benassi; Chiesa, Saponara; Simeone. 
Napoli (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Mario Rui; Allan, Jorginho, Hamsik; Callejon, Mertens, Insigne. 

Giovanni Spinazzola 

28 Aprile 2018 22:18 - Ultimo aggiornamento: 28 Aprile 2018 22:18
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi