21 Novembre 2018 - Aggiornato alle 21:28
SPORT
Ancelotti chiama Di Maria, lui risponde si
18 Luglio 2018 18:18 —

A Dimaro sessione di allenamento solo mattutina per il Napoli, nel nono giorno di ritiro che è coinciso con quello della presentazione della nuova prima maglia. Nella Val di Sole esercizi di scarico in avvio poi lavoro specifico con riscaldamento a secco e lavoro tecnico con pallone e sagome. La sessione si è conclusa con la partitina a porte piccole 9 contro 9. Domani ci sarà doppia seduta. Il Napoli sta cambiando pelle rispetto allo scorso anno; a partire dalla prossima stagione vedremo una squadra leggermente più lunga ed alla ricerca della verticalizzazione, condizione necessaria per velocizzare il gioco e condurlo sull’attaccante e sugli esterni. Grande importanza avranno i centrocampisti ed il regista, con le mezzali chiamate ai cambi di campo da una fascia all’altra ed i terzini pronti ad inserirsi negli spazi lasciati vuoti dalle ali accentrate. Un 4-3-3 molto più simile al 4-3-2-1 con il terminale offensivo chiamato a lavorare con la squadra ed a creare varchi per i compagni oltre che, ovviamente, a finalizzare. È il nuovo Napoli di Ancelotti, un po’ più lungo in campo che utilizzerà il fraseggio nel corto solo per addormentare le partite ed in alcune varianti di gioco.

È stato il giorno, come dicevamo, della presentazione della prima maglia; una scelta decisamente diversa dal passato, con il classico azzurro diventato maculato per l’occasione, con una testa della pantera sul lato. Già, perché il felino nero? A spiegarlo è stato Alessandro Formisano, head of operations del club. “Abbiamo scelto la pantera, l’animale più nobile e rispettato, per trasmettere carica ai nostri calciatori”, le sue parole che hanno convinto solo a metà. Da un felino ad un rettile, la maglia dei portieri, invece, sarà verde ed arancione ma squamata, a ricordare il serpente con la testa dell’animale riprodotta sul retro della casacca. “Voglio anche annunciare che il Napoli è sbarcato su Amazon, siamo il primo club al mondo ad avere un branded store sul noto sito di e-commerce”, ha poi voluto annunciare sempre Formisano.

Capitolo mercato. La dirigenza azzurra lavora sempre all’attaccante ed alla possibilità del doppio colpo Di Maria-Cavani. L’argentino è stato chiamato da Ancelotti e ci sarebbe il via libera del giocatore pronto a ricongiungersi con il suo allenatore. Si tratta di un’operazione onerosa, da 100 milioni, ecco perché al momento i fari sono accesi solo sul bomber, Edinson Cavani. La trattativa è complessa ma va avanti, consci che entro dieci giorni dovrà essere definito tutto. L’alternativa è sempre Benzema, ma non va esclusa l’opzione Balotelli che, ora dopo ora, si rafforza sempre più. È invece in pole Sabaly del Bordeaux per quanto riguarda il ruolo di terzino destro, anche se Ancelotti spinge per Meunier del PSG.

Giovanni Spinazzola 

18 Luglio 2018 18:18 - Ultimo aggiornamento: 18 Luglio 2018 18:18
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi