21 Agosto 2019 - Aggiornato alle 11:04
SPORT
Ancelotti: "Questo Napoli vincerà"
25 Aprile 2019 19:01 —

Anniversario della Liberazione in campo per i calciatori del Napoli e per Carlo Ancelotti che ha ricevuto anche una brutta tegola. In questo finale di stagione, infatti, non potrà contare su Vlad Chiriches; il difensore rumeno, infatti, finito ko contro l’Atalanta, finirà sotto i ferri. Sarà sottoposto ad intervento chirurgico per la stabilizzazione della spalla. Solo terapie oggi per lui al Centro Tecnico di Castel Volturno.
Il resto della squadra, invece, ha iniziato la seduta con attivazione a secco con ausilio di ostacoli bassi, poi lavoro finalizzato al pressing e seduta tattica. Chiusura con mini torneo a 4 squadre a campo ridotto vinto dai calciatori in casacca bianca: Ospina, Hysaj, Albiol, Allan, Verdi, Callejon e Vrakas, centrocampista della Primavera.
Ai microfoni della radio ufficiale, invece, il vice allenatore azzurro Davide Ancelotti ha analizzato il presente e, soprattutto, posato lo sguardo sul futuro. 
"Il futuro è già delineato, insieme al Club stiamo creando i presupposti per vincere". 
"Intanto vogliamo e dobbiamo centrare l'obiettivo del secondo posto. Lo meritiamo perché siamo stabilmente in zona Champions dall'inizio del campionato. Mancano 5 giornate e dobbiamo affrontarle al massimo cominciando domenica a Frosinone".
"Purtroppo l'Europa League non è andata bene e ci ha anche tolto forze nervose. Lo abbiamo visto nel finale del match contro l'Atalanta che avremmo dovuto chiudere prima. Contro l'Arsenal non siamo stati né fortunati, né precisi. Abbiamo fallito le occasioni da gol sia a Londra che al San Paolo e la qualificazione è chiaramente scivolata dalla loro parte".
Capitolo futuro. 
"Sappiamo benissimo che al nome di Ancelotti sono legati successi e che se una squadra prende Ancelotti come allenatore punta alla vittoria. Così è anche qui a Napoli e noi siamo pronti a mettere le basi per un progetto solido e vincente".
"Non è che questo momento poco felice cambia i nostri programmi o le nostre sensazioni. A Napoli stiamo benissimo e con il Club stiamo creando i presupposti per un futuro roseo e lungo".
"Chi parla di fallimento di questa stagione dice cose inesatte. Onestamente siamo abituati a non ascoltare le critiche dall'esterno perché sappiamo com'è fatto il mondo del calcio. Fino a dicembre abbiamo giocato un gran calcio. Abbiamo lottato sino all'ultimo minuto in un girone di ferro. E ancora oggi la squadra, pur calando in termini di risultati, ha una buonissima condizione atletica che le consente di mantenere la seconda posizione in classifica. Abbiamo un organico già valido, tutt'altro che da rifare. Abbiamo giovani di talento ed elementi di qualità. La rosa va adeguatamente rinforzata ma partendo già da uno zoccolo importante che abbiamo".
Lei e suo padre state pensando davvero di restare a Napoli a vita? 
"Certamente, lo abbiamo detto e lo confermo ancora. Qui c'è un Club con il quale condividiamo progetti, idee e politica, c'è un ambiente fantastico come tifoseria e ci sono le condizioni per vincere".
"Noi siamo una famiglia di contadini. Il raccolto va seminato con pazienza e cura. Poi vedrete che sarà rigoglioso. Questo Napoli vincerà...". 

Giovanni Spinazzola 

25 Aprile 2019 19:01 - Ultimo aggiornamento: 25 Aprile 2019 19:01
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi