22 Agosto 2019 - Aggiornato alle 09:17
SPORT
Arek il Grande conquista Napoli
18 Dicembre 2018 20:50 —

Un mercato intero ad invidiare la Juventus che aveva appena acquistato Cristiano Ronaldo, un’intera estate a sognare Cavani ed un autunno a rimpiangerli entrambi, criticando il bomber di casa ad ogni occasione utile. Arek Milik ha osservato, archiviato e risposto alla sua maniera, ossia con i gol, nella maniera più devastante e poderosa possibile. Il polacco, assorbito il momento di scarsa forma, ha iniziato a segnare a raffica, regalando punti pesantissimi agli azzurri e diventando il capocannoniere della squadra, con Insigne e Mertens staccati. Arkadiusz si è guadagnato – non la stima tantomeno la fiducia di Ancelotti, perché ci sono sempre state – ma quella dei tifosi e dei colleghi della Serie A. Milik ha dimostrato di essere un bomber vero nella sua prima stagione azzurra (le due precedenti le ha trascorse più tra ospedali e riabilitazione, colpa dei legamenti crociati delle ginocchia saltati, che sul terreno di gioco) ed è già a quota otto. Quattro gol nelle ultime tre partite di campionato, l’argento vivo addosso ed il piede caldo ed un rendimento minuti/gol impressionante, migliore di mister 100 milioni Cristiano Ronaldo. Addirittura Arek li ha messi in fila tutti con una media di un gol ogni 102’ giocati; il suo connazionale, Krzysztof Piatek, il capocannoniere del campionato, è al secondo posto con una rete ogni 112’, mentre Mauro Icardi è solo terzo (una ogni 116’). Ciro Immobile è solo sesto nella speciale classifica (una rete ogni 128’) davanti proprio a Ronaldo (un gol ogni 130’). Numeri eloquenti che mettono a tacere i detrattori del polacco, fin troppo presto derubricato come “pacco”. Milik è bomber vero e lo sta dimostrando settimana dopo settimana. Stasera, intanto, i calciatori, con le rispettive mogli e compagne, si troveranno a Villa d’Angelo per la consueta cena di Natale. Ovviamente ci saranno anche Carlo Ancelotti insieme allo staff tecnico al completo ed il Presidente De Laurentiis. Il patron avrebbe richiesto espressamente, a fine serata, un vassoio di dolci da far assaggiare al tecnico di Reggiolo, già innamorato di Napoli. 

Giovanni Spinazzola

18 Dicembre 2018 20:50 - Ultimo aggiornamento: 18 Dicembre 2018 20:50
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi