17 Giugno 2019 - Aggiornato alle 14:35
SPORT
Arsenal-Napoli: 2-0. Le pagelle di Giovanni Spinazzola
11 Aprile 2019 23:17 —

Meret 7: sui gol non può nulla, poco preciso nei rilanci ma è strepitoso in almeno tre occasioni. Salva il salvabile e tiene accesa una flebile speranza con tre super parate dall’altissimo coefficiente di difficoltà.

Hysaj 4,5: in attacco disastroso, in difesa anche. Dalla sua parte Kolasinac fa quel che vuole senza che l’albanese riesca a trovare un rimedio.

Maksimovic 5: un paio di chiusure importanti nella diagonale a scalare sulla destra. Al centro soffre un po’ gli avanti inglesi.

Koulibaly 6: ultimo baluardo del Napoli, ultimo ad arrendersi. Il senegalese è provvidenziale in due occasioni in avvio, poi sfortunato sulla deviazione che costa il 2-0. Sfiora anche il gol di testa.

Mario Rui 4,5: non un cross decente, non una percussione, mai saltato l’avversario e sempre in difficoltà. Sbaglia anche l’uomo da marcare in occasione dell’1-0 lasciando scoperta la fascia per andare in pressing al centro.

Callejon 5: corre sulla fascia, prova a creare superiorità numerica ma non vi riesce praticamente mai. Un po’ meglio nella ripresa ma non basta.

Allan 4,5: avvio choc per il brasiliano che non tiene un pallone; sempre in difficoltà quando pressato, non riesce a fare filtro nella mediana. Un po’ meglio nella ripresa ma la prova resta gravemente insufficiente.

Fabian Ruiz 4: lo spagnolo sembra il cugino scarso di quello ammirato fino ad un mese fa. Perde palloni sanguinosi, non riesce ad impostare il gioco perché pressato e perde pure il pallone che porta al 2-0. Un incubo la sua gara.

(Dall’83’ Younes s.v.)

Zielinski 4: sulla fascia sinistra non riesce mai a cambiare passo; statico, non regala copertura in difesa tantomeno supporto in attacco. Come se non bastasse si divora una palla gol clamorosa che avrebbe riaperto la qualificazione. Chiude centrale ma le cose non migliorano.

Insigne 4: al ritorno da titolare dopo l’infortunio, non ripaga Ancelotti della fiducia. Non ne imbrocca una e, quando ha sul piede la palla per il gol dell’1-2, calcia alle stelle da altezza dischetto del rigore. Una serataccia, anche perché è sempre in fuorigioco. Unica luce l’assist per Zielinski sprecato dal polacco.

(dall’83’ Ounas s.v.)

Mertens 5: agisce prima punta, poi da raccordo lasciando la posizione di centravanti ad Insigne. Prova a giocare tra le linee, nello stretto con i compagni m non trova mai lo spunto

11 Aprile 2019 23:17 - Ultimo aggiornamento: 11 Aprile 2019 23:17
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi