30 Settembre 2020 - Aggiornato alle 07:45
SPORT
Barcellona-Napoli: "È la notte delle stelle" di Giovanni Spinazzola
07 Agosto 2020 22:23 —

È la notte delle stelle, del dentro o fuori, la notte in cui scrivere la storia. Il Napoli è volato a Barcellona con un chiodo fisso, provare a ribaltare un pronostico già scritto, battere i giganti del Barcellona. Servirà, però, la serata perfetta, il Napoli bello di notte, e soprattutto sarà necessario gettare il cuore oltre l’ostacolo. Vincere per l’apoteosi, ma potrebbe bastare anche il pareggio con due o più reti per volare ai quarti di finale e regalarsi il Bayern Monaco. Un traguardo, quello dei quarti, mai raggiunto nella storia del club e centrarlo battendo il Barcellona sarebbe un traguardo di prestigio in una stagione in chiaroscuro che pure ha visto portare a casa la Coppa Italia. I partenopei sono partiti nel pomeriggio alla volta di Barcellona e resteranno in un albergo di fatto sigillato, anche perché è preoccupante la situazione contagi in Catalogna, con oltre 10.000 nuovi positivi al giorno. In un Camp Nou desolatamente deserto – ADL ha chiesto, invano, lo spostamento della sede per motivi sanitari – il Napoli proverà l’impresa contro una formazione falcidiata da infortuni, squalifiche e faide interne. Una situazione difficile quella per Quique Setién ma guai a sottovalutare i blaugrana; Messi e Suarez saranno in campo, al pari di Griezmann, e già tanto basta per alzare i livelli di guardia al massimo. Servirà la gara perfetta per gli azzurri; una squadra corta, aggressiva e cattiva, con veleno e cazzimma, con la voglia di difendersi con ordine ma di attaccare senza pietà, infliggendo il maggior danno possibile. È questa la strada giusta per uscire in trionfo dal Camp Nou e poter festeggiare. Gli azzurri sono in ritiro da ieri sera al Britannique, quartier generale solito dal post Covid; la rifinitura al San Paolo ha dato notizie positive per quanto riguarda Insigne che ha svolto l’intero allenamento con il gruppo. A Fuorigrotta prima fase dedicata al riscaldamento e torello, poi lavoro sulla velocità ed esercitazioni di passaggio. Chiusura con seduta tattica. Al termine della sessione, Gattuso ha diramato la lista dei convocati; sono volati in Catalogna tutti i calciatori inseriti nella lista Champions. I convocati: Meret, Ospina, Karnezis, Di Lorenzo, Manolas, Luperto, Mario Rui, Maksimovic, Koulibaly, Hysaj, Allan, Zielinski, Elmas, Fabian Ruiz, Demme, Lobotka, Callejon, Lozano, Insigne, Mertens, Llorente, Milik, Politano. Dirigerà l’incontro l'arbitro turco Cakir. Assistenti di linea: Duran e Ongun. IV uomo: Meler. VAR: Kalkavan-Palabiyik. Insigne dovrebbe farcela ed essere in campo dal 1’ accanto a Mertens e Callejon; in mediana Demme in vantaggio su Lobotka, con Zielinski e Fabian Ruiz mezz’ali. In difesa, davanti ad Ospina, Manolas – favorito su Maksimovic – e Koulibaly formeranno la cerniera centrale con Di Lorenzo e Mario Rui terzini. Setién si affida al tridente delle meraviglie con Messi, Suarz e Griezmann. In mediana, complici le squalifiche di Busquets e Vidal, spazio per Riqui Puig, Rakitic e De Jong. In difesa Piqué e Lenglet – recuperato – al centro con Semedo e Jordi Alba terzini. In porta, chiaramente, Ter Stegen. Probabili formazioni BARCELLONA (4-3-3): ter Stegen; Semedo, Piqué, Lenglet, Jordi Alba; Riqui Puig, Rakitic, de Jong; Messi, Suarez, Griezmann NAPOLI (4-3-3): Ospina; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Mario Rui; Fabian, Demme, Zielinski; Callejon, Mertens, Insigne

07 Agosto 2020 22:23 - Ultimo aggiornamento: 07 Agosto 2020 22:23
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi