16 Ottobre 2018 - Aggiornato alle 09:28
SPORT
Belgrado: Ancelotti, "E' mancata un po' di fortuna"
19 Settembre 2018 00:36 —

“È mancata un po’ di fortuna, è mancato il gioco ed abbiamo perso due punti, con il risultato che non è dei migliori”. Questo il laconico quanto inappuntabile commento di Carlo Ancelotti nel post partita di una gara che era assolutamente da vincere, considerata la complessità del girone di Champions League. Servivano i tre punti, niente alibi e scuse, ed il Napoli ci ha provato, anche insistentemente, andando – però – a sbattere contro quel muro di gomma eretto dalla Stella Rossa davanti al suo portiere non sempre perfetto. Il tecnico ha fatto appello anche alla sfortuna e quella sicuramente non è mancata in casa azzurra; una traversa su un capolavoro di Insigne, un salvataggio sulla linea su conclusione di Callejon e tantissime occasioni sprecate più o meno vicino alla porta serba per imprecisione od errori tecnici quali l’ultimo passaggio o, addirittura, l’ultimo aggancio. Insomma, non proprio un bel Napoli quello visto al Marakana, nonostante il dominio del campo sia stato totale, con percentuali altissime di possesso palla. A tratti è sembrato di rivedere la squadra di Sarri, in difficoltà contro avversarie chiuse ermeticamente o quasi. Zielinski in più di un’occasione ha sbagliato palloni da gestire meglio, da spedire in rete, Allan è stato più arruffone e nervoso del solito mentre Milik ha praticamente giocato solo un tempo. La Stella Rossa ha combinato poco o nulla, eccetto qualche tiro disinnescato da Ospina, nonostante Mario Rui abbia provato a regalare qualche chance agli avversari con palloni sanguinosi persi. Prestazione convincente, invece, per Fabian Ruiz, buttato nella mischia dal 1’ in Champions League alla sua prima gara ufficiale con la maglia del Napoli; lo spagnolo ha mostrato una buna personalità, ha dialogato con i compagni e fatto buon filtro in mezzo al campo, riuscendo perfino a tentare qualche conclusione in porta. L’ex Betis è sicuramente da rivedere contro avversari più quotati, ma il primo esame se l’è portato a casa. Rimandato, invece, tutto il Napoli, in campo nuovamente con il 4-4-2 vito contro la Fiorentina, con un Callejon sempre più indispensabile, esterno di centrocampo ma praticamente tuttofare; è sua una delle due occasioni più pericolose degli azzurri, con il tiro a giro smorzato sulla linea di porta dai difensori serbi. Già, ma allora quali sono le buone notizie, ammesso che ce ne siano? Seconda gara consecutiva senza subire reti, ma sarebbe stato difficile il contrario vista la pochezza dell’avversario, con un Ospina in crescendo; un Insigne sempre più pericoloso in attacco, perché sgravato da compiti di copertura ed un Napoli camaleontico ma ancora in fase di rodaggio. Siamo certi che questa squadra crescerà, perché gli azzurri sono in fase di apprendimento dei nuovi schemi e dettami tattici di Re Carlo. L’altra notizia positiva può essere il risultato di Liverpool-PSG; i Reds hanno vinto nei minuti di recupero ed hanno messo in chiaro i valori di questo girone. I vice Campioni d’Europa sono i grandi favoriti, non resta che fare la corsa sui parigini per provare a centrare un’improbabile – al momento – qualificazione; sembra una Mission Impossible, roba da Ethan Hunt ma il Napoli è chiamato a provarci. Ora, però, testa al campionato; domenica, nel lunch match, si sfida il Torino dell’ex Mazzarri in Piemonte, poi turno infrasettimanale casalingo contro il Parma e di nuovo Torino, a sfidare Cristiano Ronaldo e la Juve. Solo dopo sarà nuovamente tempo di Champions League, con il Liverpool atteso a San Paolo per una gara da brividi. I tifosi dovranno aiutare fin da domenica la squadra, dovranno stare vicini a Carlo Ancelotti perché siamo certi che tra due settimane vedremo sicuramente un Napoli diverso contro i Reds di Klopp, una squadra più rodata rispetto a quella vista a Belgrado. Non resta che attendere ed avere fiducia.

Giovanni Spinazzola

19 Settembre 2018 00:36 - Ultimo aggiornamento: 19 Settembre 2018 00:36
Altri contenuti
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi