29 Gennaio 2023 - Aggiornato alle 10:54
POLITICA

Borrelli: Proposta di legge per l'arresto ai parcheggiatopri abusivi

28 Dicembre 2022 11:00 —

Nel decreto anti-rave, proposto dalla maggioranza del Governo Meloni, è previsto il nuovo delitto di “Invasione di terreni o edifici con pericolo per la salute pubblica o l’incolumità pubblica”, in base al quale è punito, con la pena della reclusione da tre a sei anni e con la multa da euro 1.000 a euro 10.000. Nel decreto, il reato è descritto come «l’invasione di terreni o edifici per raduni pericolosi per l’ordine pubblico o l’incolumità pubblica o la salute pubblica”.

Sulla base di ciò, il deputato dell’alleanza Verdi- Sinistra Francesco Emilio Borrelli ha presentato un ordine del giorno per prevedere, anche in un prossimo provvedimento legislativo, la modifica dell’articolo 633-bis codice penale al fine di sanzionare e punire con l’arresto immediato chiunque organizzi o gestisca sia occupazioni abusive di immobili per conto dei clan di mafia e camorra che parcheggi abusivi estorcendo con minacce e violenza i soldi ai cittadini, e a mettere in atto urgentemente tutte le procedure, d’intesa con i Prefetti e i Questori, affinché sia riportata la legalità sui territori e siano tutelati i cittadini che fanno denuncia.

“Possibile mai che i rave siano l'unica priorità del governo contro la criminalità? Noi chiediamo di intervenire in modo deciso anche contro la criminalità organizzata. Sono infatti migliaia le abitazioni occupate abusivamente in Italia, di cui diverse ubicate a Napoli e provincia dove sono i clan affiliati alla camorra a gestire impunemente le occupazioni abusive a danno dei più deboli o dei reali assegnatari. Il caso più eclatante resta quello di un palazzo del Cinquecento in via Egiziaca 35 a Pizzofalcone; dove a “controllare” l’edificio, cioè a gestire l’assegnazione abusiva degli appartamenti, sarebbero, in questo caso, famiglie che fanno capo a diversi clan della zona alcuni dei quali sgomberati solo grazie a recenti denunce dopo anni di permanenza e affari illeciti.

Purtroppo, a Napoli come in altre zone del paese, altro fenomeno criminale gestito sempre prevalentemente dalla camorra e dalla criminalità organizzata sono i parcheggiatori abusivi, che non si fermano nemmeno con denunce e "daspo urbani", ovvero i divieti d'accesso alla città che scattano davanti a comportamenti illegali reiterati, fino a configurarne il reato di estorsione, come chiarito dalla seconda sezione penale della Corte di Cassazione con la sentenza n. 30365 del 2018. Però ogni volta che le forze dell'ordine li bloccano e li identificano non possono far altro che aggiungere denuncia su denuncia, sanzione su sanzione così come previsto dall’articolo 7 comma 15-bis “Nuovo codice della strada.”- le parole di Borrelli.

28 Dicembre 2022 11:00 - Ultimo aggiornamento: 28 Dicembre 2022 11:00
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi