23 Settembre 2019 - Aggiornato alle 20:18
MONDO ANIMALE
Bracconaggio, attirano le anatre con sagome e richiami elettronici per abbatterle. Quattro gli esemplari uccisi illecitamente. Sequestri e denunce
09 Settembre 2019 16:31 —

I Carabinieri forestali del Nucleo CITES di Napoli, supportati da personale del WWF e dell’ENPA hanno denunciato due incensurati di 54 e 35 anni per bracconaggio. I militari li hanno sorpresi nell’agro del comune di Cancello Arnone, nei pressi di una vasca artificiale in località Masseria Riccia Nuova. Utilizzando richiami acustici elettronici che riproducono il verso degli animali i due hanno attirato sullo specchio d’acqua alcune anatre. Ingannate anche da alcune sagome di plastica poggiate sull’acqua, le anatre sono state abbattute a colpi di fucile calibro 12. Individuati e identificati, i cacciatori sono stati denunciati e le loro attrezzature sequestrate: 2 fucili da caccia, 1  richiamo acustico elettromagnetico, 2 trombe acustiche per amplificare i suoni, 1 batteria di alimentazione, 10 metri di filo elettrico, 18 sagome galleggianti a forma di anatra e 61 cartucce cal. 12. Secondo quanto ricostruito dai militari, 4 sono gli esemplari catturati e uccisi illecitamente.

09 Settembre 2019 16:31 - Ultimo aggiornamento: 09 Settembre 2019 16:31
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi