17 Dicembre 2017 - Aggiornato alle 12:58
SPORT
Calcio: Se i soldi fanno la felicità
01 Luglio 2017 10:16 — Fortunatamente, nel calcio l’equazione “soldi = vittoria” non è sempre così lineare.

Il fatturato di una società è spesso utilizzato quale parametro di riferimento per poter individuare i possibili successi di un club. In molti, anche se spesso criticati, rapportano i risultati raggiunti rispetto al proprio fatturato. Sarri nondimeno, ha più volte insistito sull’enorme distanza economica che separa il Napoli dalla Juventus. Ebbene, se è pur vero che il pallone è rotondo diventa difficile negare che ad oggi il calcio rappresenta un'enorme macchina economica in cui girano centinaia di milioni di euro, e che spesso è proprio il denaro a fare la differenza. Ciò non impedisce di certo ai più deboli (poveri) di sognare, come più volte la storia ci ha insegnato, vedi la magnifica favola della Cenerentola Leicester di Ranieri. Tuttavia, la regola generale afferma che se hai soldi investi, se investi produci e se produci guadagni. Dunque, se hai i soldi investi sul mercato, compri giocatori forti o più forti degli altri, risulti maggiormente competitivo e alla fine vinci. Da ciò, il resoconto del fatturato dell’ultimo anno dei club italiani non lascerebbe molto tranquilla la squadra partenopea. La Juventus infatti resta ben salda al primo posto con circa 351 milioni di euro. Seguono la Roma con circa 235 milioni, il Milan con 220 e l’Inter con 207. Il Napoli è soltanto quinto, tra l’altro con una netta distanza dalle prime quattro, ovvero circa 145 milioni di euro, meno della metà della squadra bianconera. Fortunatamente, nel calcio l’equazione “soldi = vittoria” non è sempre così lineare. Ci sono fattori extraeconomici che spesso risultano cruciali per il raggiungimento dell’obiettivo. L’abilità dell’allenatore, le capacità dello staff tecnico e preparatorio, la componente psicologica, la motivazione dei giocatori, la spinta della tifoseria, l’effetto sorpresa sulle reali capacità dei nuovi acquisti e perché no, la “ciorta”. Dunque, è nel complesso districarsi di tutte queste variabili che si esplica il magico mondo del calcio. Ed è proprio grazie a questa magia che i sogni restano tali nonostante tutto e nonostante il denaro. Perché nel calcio come nel mondo, i soldi fortunatamente non sempre fanno la felicità.

G.Kennan

01 Luglio 2017 10:16 - Ultimo aggiornamento: 01 Luglio 2017 10:16
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi