30 Giugno 2022 - Aggiornato alle 11:32
SPORT
Casa Napoli: "Dopo Insigne via al momento anche Mertens e forse Koulibaly" di Giovanni Spinazzola
08 Giugno 2022 12:29 —

È l’estate dei grandi addii, quello di Insigne in primis ma potrebbe essere ancor di più se a ruota del capitano andranno via anche Dries Mertens e Kalidou Koulibaly, impoverendo tecnicamente la squadra ma lasciando anche un grande vuoto di potere all’interno dello spogliatoio.

Ipotesi, peraltro, nemmeno così remote, considerato come tra l’attaccante belga ed il club i rapporti si siano deteriorati quasi definitivamente.

Le richieste per il rinnovo del marcatore all time della storia azzurra non sono state gradite a Castel Volturno ed averle rese note è un chiaro esempio, peraltro mossa per nulla gradita da “Ciro”.

La richiesta di 2,5 milioni l’anno più bonus è considerata eccessiva ed in questo momento margini per un accordo non ve ne sono.

Proprio come per Koulibaly; il senegalese ha un accordo in scadenza nel 2023 e potrebbe dire addio la prossima stagione a parametro zero in caso di mancato rinnovo. Una situazione che il club vorrebbe evitare, anche provando a cedere il roccioso centrale in questa sessione, pur di guadagnare sul cartellino.

De Laurentiis vorrebbe tenere il suo leader ma l’offerta di rinnovo da 4 milioni (ne guadagna attualmente 6) è stata rifiutata.

Ieri Koulibaly, dal ritiro della sua nazionale, è stato piuttosto enigmatico sul suo futuro, di fatto senza smentire l’opzione Barcellona ma chiedendo solo di conoscere il futuro in tempi brevi. Parole che gettano nello sconforto ancor di più i tifosi azzurri, già estremamente delusi per l’epilogo della scorsa stagione, con la squadra che ha abbandonato troppo presto il sogno scudetto. La rifondazione in casa azzurra è iniziata, così come lo svecchiamento, ma perdere tre leader in un mese è tutta un’altra storia, anche a livello di immagine per quanto riguarda i nastri di partenza della prossima stagione.

08 Giugno 2022 12:29 - Ultimo aggiornamento: 08 Giugno 2022 12:29
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi