15 Gennaio 2021 - Aggiornato alle 18:13
CRONACA
Casa Napoli: Gattuso ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della sfida contro l'Az Alkmaar
02 Dicembre 2020 20:22 —

Gennaro Gattuso, tecnico del Napoli, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della sfida contro l'Az Alkmaar. 

 "Domani non sarà facile, ne siamo consapevoli. L'Az è composta da calciatori interessanti e giovani, una squadra organizzata bene. Rispetto all'andata, dove non hanno giocato il loro calcio perché reduci dal Covid, sarà un match diverso. Sono pericolosi, mettono in difficoltà sia in velocità che dal punto di vista atletico". 

 "Non è ancora calcio questo, è un altro sport. L'AZ, in Olanda, è aperto, i terzini spingono, giocano all'attacco. Servirà un grande Napoli domani". 

 "Europa League più importante dopo addio di Diego? IO avevo 10 anni, mio padre mi promise di portami a vederlo ma i biglietti erano introvabili e non lo fece mai. Hanno avuto una fortuna incredibile i napoletani nel vederlo dal vivo. Non l'ho mai incontrato perché ho esordito nel '95 ma Diego ha cambiato il calcio in Italia, la storia perché il Napoli riuscì a vincere in Italia ed Europa quando lo scudetto era solo tra Milano e Torino. L'80% dei napoletani indicheranno Maradona alla domanda su chi è più famoso tra lui e San Gennaro".

 "L'andata? Grande gara ma con possesso lento, con un giro-palla non scorrevole e facile per loro da disinnescare perché giocarono tutti dietro. Le occasioni da gol le avemmo, il 75% del tempo lo giocammo nella loro trequarti campo". 

 Accanto a Gennaro Gattuso presente il capitano Lorenzo Insigne. 

 "Maradona ha dato tanto ai napoletani, ha portato la squadra sul tetto di Italia ed Europa. In campo scenderemo sempre per lui come contro la Roma, la sua scomparsa ci ha ferito, lui è un nostro orgoglio. Vincere? Ci stiamo provando ma è difficile". 

 "Domani mi aspetto una gara dura; quel ko brucia ancora, domani punteremo a fare risultato ad ogni costo. Lo abbiamo studiato l'Az, le partite europee sono tutte difficili e dobbiamo stare attenti. L'Europa League è un obiettivo, lo è sempre stato dal primo giorno e Diego ci darà una motivazione in più". 

 "Ho detto che da capitano lo voglio vedere meno musone, ma con il sorriso perché se lui non sorride, tutta la squadra non lo fa" la risposta di Gattuso ad un collega che aveva esordito con un "Gattuso ti ha detto che devi fidare di più" rivolto al 24.

Giovanni Spinazzola

02 Dicembre 2020 20:22 - Ultimo aggiornamento: 02 Dicembre 2020 20:22
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi