01 Giugno 2020 - Aggiornato alle 17:55
SPORT
Casa Napoli: "I giocatori fanno una colletta per aiutare i dipendenti della società" di Giovanni Spinazzola
17 Aprile 2020 12:17 —

Lo spogliatoio rotto, le diatribe interne, il tutti contro tutti, sono solo un lontano ricordo in casa Napoli. I calciatori sono uniti, remano tutti nella stessa direzione ed anche in questo momento di difficoltà si contraddistinguono con esempi di grande lealtà e generosità. Insigne su tutti – non è un mistero – ha donato al Cotugno per combattere il Covid-19, altri compagni di squadra hanno seguito l’esempio del Capitano e perfino il presidente De Laurentiis ha contribuito. La squadra, però, è andata oltre, ed il gesto è di quelli da sottolineare. I calciatori hanno dato vita ad una colletta per aiutare i dipendenti della società messi in cassa integrazione dal patron. Un regalo da parte di tutto il gruppo a chi, comunque, lavora ogni giorno anche per i calciatori; un ringraziamento sincero di Insigne e compagni, ma soprattutto un grande gesto di generosità che fa da contraltare alla decisione della proprietà di metterli in cig, soluzione che poteva essere evitata. Sul fronte mercato, invece, ieri vi abbiamo raccontato di Serdar Azmoun, attaccante iraniano e profilo molto apprezzato da Giuntoli. Il bomber dello Zenit San Pietroburgo è balzato in pole, tallonato da Luka Jovic del Real Madrid; questi i due profili individuati per sostituire Arkadiusz Milik, sempre più vicino alla cessione. Il polacco, infatti, continua a non accettare la trattativa per il rinnovo (i 100 milioni della clausola sono ritenuti eccessivi). Firmerà, invece, il prolungamento Nikola Maksimovic; le parti sono già d’accordo, Gattuso è entusiasta del serbo ed appena possibile arriverà la firma sul nuovo contratto. Da emarginato (fino a rendere inevitabile la cessione in prestito in Russia) con Sarri, a titolare – anche per i problemi di Koulibaly – con Ringhio; l’ex Torino, nella prossima stagione, sarà il pilastro difensivo degli azzurri in coppia con Kostas Manolas (ottima l’intesa tra i due) mentre a rinforzare il reparto potrebbe esserci – oltre a Rrhamani già ingaggiato – Robin Koch. Il centrale del Friburgo è un ragazzone di 192 cm, abile nel gioco aereo e marcatore elegante ma preciso; la sua valutazione, considerato il contratto in scadenza nel 2021, è di 15 milioni di euro.

17 Aprile 2020 12:17 - Ultimo aggiornamento: 17 Aprile 2020 12:17
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi