27 Febbraio 2020 - Aggiornato alle 18:21
SPORT
Casa Napoli: "Intervista esclusiva a Fabrizio Biasin sul momento degli azzurri" di Giovanni Spinazzola
14 Febbraio 2020 19:48 —

Il Napoli ha vinto la gara d’andata di semifinale di Coppa Italia contro l’Inter. Un risultato che, almeno sulla carta, pone gli azzurri in una posizione di piccolo vantaggio in chiave qualificazione. La Redazione de “I Fatti di Napoli” per commentare la sfida tra partenopei e nerazzurri, ha contattato – in esclusiva – il collega di “Libero” Fabrizio Biasin. La vittoria del Napoli, per quanto visto nell’arco dei 90’, è un risultato giusto o bugiardo? “Assolutamente giusto. Il Napoli ha affrontato la partita puntando sulla fase difensiva, ottima. Non sono mai d’accordo quando sento parlare di catenaccio. Nel calcio esiste una fase difensiva eseguita bene. Il Napoli l’ha fatta ed ha meritato il successo con un bel gol. L’Inter ha giocato sotto ritmo e non è riuscita a sfondare”. Inter sotto ritmo. Possibile che i nerazzurri abbiano snobbato l’avversario memori del 3-1 di un mese fa? “L’Inter ha affrontato la partita per provare a portare a casa la vittoria. Anche la formazione era piena di calciatori titolari. L’impostazione era quella di una squadra che voleva vincere. Semplicemente ha sbattuto contro il muro del Napoli e non ha trovato alternative tattiche e tecniche per superare la difesa azzurra. Se l’Inter non gioca a 100 all’ora fa fatica a trovare la via del gol”. Possiamo dire come Conte – maestro di tattica – sia stato gabbato da Gattuso? “Gattuso ha optato per una mossa intelligente. Ha schermato il giocatore più importante dell’Inter tatticamente parlando, Brozovic. Quando il croato perde ossigeno e non ha possibilità di giocare tutti i palloni che smista di solito, per l’Inter diventa un problema”. Conte nel finale di partita ha cambiato modulo schierando la difesa a quattro. È stato frutto del voler recuperare oppure si potranno vedere i nerazzurri con uno schieramento difensivo diverso dai tre? “Non credo che vedremo l’Inter giocare a quattro dietro. È stata una necessità del momento ma tendenzialmente Conte non cambierà dal suo 3-5-2”. Dall’Inter all’Inter. Cosa l’ha impressionata di più del Napoli a distanza di un mese? “Ha ritrovato un’identità di squadra. Al di là dei singoli, finalmente il Napoli, dopo quattro mesi buttati via, è tornato ad essere una squadra. Fabian Ruiz ha segnato un gran gol e sta tornando ai suoi livelli; è un giocatore di classe superiore”. Il Napoli ha battuto Lazio, Juve ed Inter tra campionato e Coppa Italia nell’ultimo mese per poi cadere contro il Lecce a sorpresa. È un deficit di attenzione oppure la squadra azzurra fatica quando deve imporre il suo gioco? “Mettiamoci anche il Liverpool ad inizio stagione con un altro allenatore. È vero che il Napoli fa meno fatica con le grandi; secondo me è una questione di applicazione. Ha ancora dei problemi questa squadra, nati ad inizio stagione, ma ha un grande potenziale. I giocatori ci sono e secondo me non parte battuto nemmeno contro il Barcellona, anche se i catalani sono i favoriti per il passaggio del turno”. Si parla, in estate, di rivoluzione azzurra, con Gattuso a rischio. Il tecnico è da confermare? “Assolutamente sì. Non immagino che si possa prendere Gattuso facendogli un contratto a media-lunga scadenza per poterlo mandare via subito. Sta facendo il suo lavoro, lo sta impostando anche bene e non penso che il Napoli abbia intenzione di cambiarlo”. È più facile che il Napoli si qualifichi per la prossima Europa League oppure l’Inter scudettata? “È più facile vedere gli azzurri in Europa League. I partenopei sono a quattro punti dal sesto posto; la sfida scudetto, invece, è a tre squadre con la Lazio che ha solo il campionato. È difficile ragionare su chi vincerà la Serie A. Il Napoli, invece, ha un potenziale minimo da Europa League”. Ed invece è più facile Napoli quarto e qualificato in Champions League oppure Inter Campione d’Italia? “Beh, in quel caso lo scudetto all’Inter. Mi sembra davvero molto lontano il Napoli dal quarto posto, sono ben 12 i punti da recuperare”.  

14 Febbraio 2020 19:48 - Ultimo aggiornamento: 14 Febbraio 2020 19:48
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi