20 Aprile 2021 - Aggiornato alle 18:44
SPORT
Casa Napoli: "La Dea della sfortuna affonda Faouzi Ghoulam" di Giovanni Spinazzola
08 Marzo 2021 16:53 —

Cchiù nera ra mezzanotte nun po' veni recita un vecchio proverbio napoletano che, evidentemente, non vale per Faouzi Ghoulam. Il terzino algerino ambiva forse a diventare il calciatore più sfortunato della storia e sta volando a grandi passi verso questo traguardo, ammesso che non l’abbia già raggiunto. Il 31 azzurro sembrava aver trovato un po’ di continuità, con la buona prestazione contro il Benevento ed i discreti minuti finali di mercoledì scorso tanto da fargli conquistare una nuova maglia da titolare. Determinante anche all’interno dello spogliatoio; suo il discorso – da leader storico, della vecchia guardia – alla squadra post Sassuolo, insieme al capitano Insigne, a dimostrare la sua influenza. Ed invece la Dea della sfortuna era pronta lì, con la mannaia, per dare un nuovo colpo al ragazzo. Finito ko ieri, l’esito degli accertamenti a Villa Stuart è stato impietoso; “rottura del legamento crociato anteriore del menisco mediale del ginocchio sinistro”. Il ragazzo – come si legge sul sito ufficiale – “sarà operato oggi stesso nella clinica romana dal Prof. Mariani”. Stagione finita e via nuovamente con l’iter della riabilitazione che lo vedrà in campo – forse – tra sei mesi, in tempo per il nuovo campionato. Il tremendo infortunio è capitato al ginocchio “sano”, quello non coinvolto dai tormenti iniziati nel novembre 2017, quando si procurò la rottura del legamento crociato del ginocchio destro contro il Manchester City in Champions League. Nel suo percorso di recupero, il ragazzo si procurò anche la frattura della rotula dello stesso ginocchio, per un nuovo, lunghissimo, stop. Ed ora l’ennesimo infortunio che priverà Gattuso di una pedina fondamentale nel rush finale, peraltro in ripresa. Un solo terzino sinistro disponibile, Mario Rui, ed Hysaj adattato; poi il tecnico sarà costretto ad usare la fantasia, e pure molta. La squadra, intanto, si ritroverà a Castel Volturno mercoledì; Ringhio, nella prima “settimana tipo” dedicata agli allenamenti, ha concesso due giorni di riposo ai suoi ragazzi in vista di un trittico fondamentale che determinerà il futuro del Napoli in questa stagione. Nel frattempo, sono ben accetti santoni, maghi e sacerdoti per benedizioni multiple, nell’attesa di organizzare tour votivi e pellegrinaggi partendo da Pompei. Sembra proprio non si possa più rimandare.

08 Marzo 2021 16:53 - Ultimo aggiornamento: 08 Marzo 2021 16:53
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi