16 Settembre 2021 - Aggiornato alle 12:29
SPORT
Casa Napoli: "La montagna ha partorito un topolino" di Giovanni Spinazzola
20 Agosto 2021 17:22 — Emerson Palmieri va al Lione con i francesi che l’hanno preso in prestito secco!

Un calciatore per due ruoli. A due giorni dall’esordio in campionato e ad 11 dal gong del mercato, la montagna ha partorito il topolino. È arrivato Juan Jesus a parametro zero – non sia mai si dovesse spendere qualche milione per il cartellino – un milione di euro d’ingaggio al brasiliano e via con l’aver sistemato due ruoli in un colpo solo. Peraltro Spalletti conosce pure bene il ragazzo, quindi problemi di ambientamento non dovrebbe averne. Lapalissiano sostenere come di certo non possa bastare, perché Juan Jesus è solo adattato a sinistra e non è certo un terzino, a differenza di Emerson Palmieri, accasatosi al Lione con i francesi che l’hanno preso in prestito secco (!). Un’operazione alla portata degli azzurri ed ancora si fa fatica a capire il motivo della mancata conclusione dell’affare, considerato come l’ingaggio del Campione d’Europa (3,5 milioni) sarebbe stato coperto dalla partenza sempre più probabile di Manolas (che, invece, ne guadagna 4,5). Il greco vuole tornare all’Olympiakos, casa sua, ed i due club stanno lavorando sull’operazione. Peraltro se il 44 azzurro dovesse davvero partire, si aprirebbe un nuovo buco in difesa, delle dimensioni del cratere di un vulcano. Chi al suo posto? Logica vorrebbe Marcos Senesi, alfiere del Feyenoord nel mirino di Giuntoli già da un paio di stagioni e pronto al grande salto ma occhio a Maksimovic o Mustafi (soprattutto il tedesco), altri due parametri zero e, quindi, per De Laurentiis una sorta di miele per api. Nessuna speranza di arrivare al terzino? Poche, pochissime; l’ultima fiamma è il cursore mancino del Gefate Matheus Oliveira, chiesto al club spagnolo in prestito con diritto di riscatto, formula che non piace alla società dell’area metropolitana di Madrid. L’entourage del calciatore sta lavorando per convincere la dirigenza iberica ma gli spiragli sembrano davvero pochi al momento. Altro buco – anche qui, è più giusto parlare di cratere - è in mediana. L’infortunio di Demme ha privato Spalletti di un calciatore fondamentale che andava sostituito per tempo. Ed invece chissà se il tecnico di Certaldo possa avere un degno rinforzo in tempo per la seconda di campionato. Denis Zakaria, seguito anche dalla Roma, è in pole, davanti a Zaydou Youssouf del Saint-Etienne (chiesto il prestito, ma i francesi vogliono l’obbligo di riscatto) ma occhio sempre anche a Sander Berge, norvegese dello Sheffield e Morten Thorsby della Samp. Arriverà qualcuno? Si potrebbe provare a chiedere alla sibilla.

20 Agosto 2021 17:22 - Ultimo aggiornamento: 20 Agosto 2021 17:22
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi