25 Novembre 2020 - Aggiornato alle 12:04
SPORT
Casa Napoli: La sconfitta con l'Az brucia ancora
23 Ottobre 2020 22:04 —

Il giorno dopo, la sconfitta brucia ancora in casa Napoli ma è tempo già di guardare avanti. Il direttore sportivo degli azzurri Cristiano Giuntoli, ha parlato ai microfoni di Radio Kiss Kiss. 

"Non fa mai piacere perdere, nessuno se l'aspettava e nemmeno noi. L'AZ Alkmaar, però, ha calciatori molto bravi come Steng, Koopmeiners, Midtsjo e tanti altri e nessuno ne ha parlato. E' una squadra molto organizzata che darà filo da torcere a tutti in questo girone. Perdere non fa mai bene. Gattuso? Lo devo difendere; il Covid-19 gli ha impedito di puntare su Elmas e Zielinski mentre Insigne aveva un problema fisico. Si è tenuto solo Petagna per l'ultima mezzora. Non dobbiamo attaccarci però né al Covid né alla sfortuna, non è stata una prestazione brillante. Un ko dopo l'Atalanta? Non ci deve stare, anche se è possibile. Si deve essere più cattivi ed affamati, perché nulla è stato fatto ancora. In questa stagione giochiamo un calcio verticale e dispendioso ma di certo non è un alibi. Non dobbiamo incappare in battute d'arresto del genere. Forse la squadra necessitava di più cambi, ma Elmas e Zielinski erano indisponibili ed Insigne non aveva più di mezz'ora nelle gambe. Ci hanno condannato un po' le nostre scelte ed un po' la situazione. Domenica, però, con una grande prestazione tornerà tutto alla normalità. Contro il Benevento sarà una gara difficile. La Roma ha vinto nel finale, contro l'Inter sanniti sfortunati. Gattuso? Molto soddisfatti del suo lavoro, sia in campo che fuori. Ha sposato completamente la nostra causa. Ci ha aiutato a ritrovare l'assetto giusto per ripartire, lui che è arrivato in un momento molto complicato. Rino è contento con noi, l'accordo per il rinnovo si può trovare. Siamo contenti finora, ma ora serve dare continuità al lavoro eseguito. Dobbiamo fare ancora tanto per tornare ai livelli di due stagioni fa ma serve continuità. Gattuso? Sono possibilista sul suo rinnovo; quando c'è volontà ambo le parti, un accordo si trova. Hysaj e Maksimovic? Possono dare ancora tanto e tanto hanno già dato. Stiamo parlando con i ragazzi ed i rispettivi entourage. Il Covid ha sparigliato le carte, non si possono sforare dei paletti ma stiamo lavorando per far capire come puntiamo su di loro. Osimhen il mio acquisto più importante? Ne ho fatti tanti; Alan fu il primo qui a Napoli. Gli acquisti devono diventare importanti sul campo. Osimhen deve ancora dimostrarlo, anche se ha fatto vedere buone cose".

Giovanni Spinazzola

23 Ottobre 2020 22:04 - Ultimo aggiornamento: 23 Ottobre 2020 22:04
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi