30 Maggio 2020 - Aggiornato alle 06:35
SPORT
Casa Napoli: "Parlare di calcio, in questo momento è addirittura superfluo ma resta da capire cosa ne sarà di questa stagione" di Giovanni Spinazzola
31 Marzo 2020 16:28 —

Napoli sta combattendo la battaglia più dura, insieme all’Italia ed al mondo intero; unico nemico in comune il Covid-19, il nuovo Coronavirus arrivato dalla Cina a stravolgere tutto e tutti. Parlare di calcio, in questo momento, è addirittura superfluo, ma resta da capire cosa ne sarà di questa stagione. La federazione di rugby ha già deciso di annullare la stagione, presto lo faranno anche basket, pallavolo, pallanuoto e pallamano. E la Figc? Si litiga, è un tutti contro tutti. Lega Calcio contro Federazione, con i club spaccati. Alcuni ritengono la stagione impossibile da riprendere, già conclusa, ed aspettano solo la decisione circa il da farsi (torneo annullato o congelato con le posizioni di classifica all’ultima giornata completa disputata). I club in questione sono Inter, Milan, Torino, Brescia, Sampdoria, Genoa, Bologna e Spal. Juventus ed Udinese, invece, aspettano di capire la situazione, con i torinesi che – intanto – hanno già trovato un accordo per la sospensione degli stipendi nei mesi di marzo, aprile, maggio e giugno (segnale, questo, di come in fondo, il club pensi che difficilmente si possa riprendere). Napoli, Lazio, Cagliari, Atalanta, Roma, Fiorentina, Verona, Parma, Sassuolo e Lecce, invece, spingono quasi con tutte le forze per la ripresa del torneo (nonostante gli azzurri, potrebbero addirittura ritrovarsi in Champions League nella prossima stagione in caso di annullamento di questo torneo, ndr). Una spaccatura decisa, netta, con il governo del calcio che, ad ora, ha fatto quello che gli viene meglio; decidere di non decidere. Intanto la squadra, in attesa della ripresa degli allenamenti a Castel Volturno, si esercita a casa, secondo un dettagliato programma stilato dallo staff tecnico di Gattuso. Il club ha consegnato ai calciatori cyclette e tapis roulant; un’ora di allenamento al giorno, con tanto di collegamento via Skype con Gattuso oppure un membro dello staff del calabrese. È smart working anche questo.

31 Marzo 2020 16:28 - Ultimo aggiornamento: 31 Marzo 2020 16:28
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi