18 Ottobre 2021 - Aggiornato alle 03:24
SPORT
Casa Napoli: "Primo campanello d'allarme" di Giovanni Spinazzola
01 Ottobre 2021 17:27 —

La prima sconfitta in casa Napoli ha portato, insieme ad essa, lo squillo del primo campanello d’allarme. Certo, un passo falso può anche essere ammissibile dopo una cavalcata come quella azzurra ma le modalità per come si è arrivati a questo capitombolo lasciano senza parole. La sfida, peraltro, si era messa decisamente in discesa dopo appena uno sbattere di palpebre dal calcio d’inizio; solo 13 secondi per andare in vantaggio. Cos’è successo poi? L’espulsione di Mario Rui ha innescato una sorta di corti circuiti a catena che hanno portato ai tre gol incassati ed alla sconfitta. Un inedito davvero spiacevole, perché anche contro il Venezia – pur giocando in inferiorità numerica – mai il Napoli aveva dato l’impressione di smarrire le distanze e di perdere gli equilibri; ed invece ieri si è visto il peggio di tutto, come evidenziano i tre gol incassati, unicum in questa stagione in gare ufficiali. La sconfitta va ora analizzata in ogni suo aspetto, e se veicolata nel modo giusto può anche essere salutare, giusto per riportare con i piedi per terra tutti, dai calciatori ai tifosi. Uno studio approfondito, anche per capire cosa non abbia funzionato, anche e soprattutto in chiave turn over, con qualche calciatore di troppo che non ha offerto il giusto apporto. Tra due giorni si scende in campo per l’ultima gara di un tour de force pazzesco, poi sarà pausa nazionali; si va a Firenze in una trasferta difficile, complicata anche dal punto di vista emozionale dopo quanto accaduto tre anni fa. Vincere e rafforzare la leadership sarebbe davvero il migliore dei segnali.

01 Ottobre 2021 17:27 - Ultimo aggiornamento: 01 Ottobre 2021 17:27
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi