31 Marzo 2020 - Aggiornato alle 19:21
SPORT
Casa Napoli: "Riposo per gli azzurri vittoriosi a Reggio Emilia. Al lavoro, invece, la dirigenza" di Giovanni Spinazzola
24 Dicembre 2019 13:29 —

Una settimana di relax per gli azzurri che potranno passare Natale in famiglia, lontano dai campi di allenamento ma a tavola (occhio a non esagerare, però) tra il cenone della Vigilia ed il pranzo del 25. Scongiurato il rischio di allenamento anche nei giorni festivi, quindi, perché Gattuso sembrava proprio intenzionato a far sgobbare i suoi in caso di mancato successo a Reggio Emilia. Ed invece i tre punti sono arrivati ed il tecnico calabrese ha concesso una licenza premio. Appuntamento, quindi, a ridosso del Capodanno per i calciatori ed il gruppo azzurro. La dirigenza, invece, non può permettersi il lusso di riposarsi; Giuntoli e la squadra mercato azzurra, infatti, stanno lavorando alacremente per potenziare il gruppo a disposizione di Gattuso, anche in base ai nuovi dettami tattici ed al modulo scelto da Rino. Sarà 4-3-3, come visto nelle ultime due partite ed è quindi necessario ingaggiare un regista. È la priorità assoluta, come indicato dallo stesso tecnico e De Laurentiis – che crede alla rimonta quarto posto – vuole accontentare il calabrese. Già, ma chi prendere? Torreira è il primo obiettivo; l’uruguaiano è considerato il preferito da Gattuso ed il ragazzo vuole cambiare aria, già stufo di Londra e del suo impiego part-time. In casa londinese, però, c’è stato il cambio di tecnico, ed Arteta – il nuovo manager – vorrà valutare il ragazzo prima di dare il via libera alla cessione. Si tratta, comunque, di un’operazione da 30 milioni di euro, con il Napoli che vorrebbe chiuderla solo sulla base di un prestito con obbligo di riscatto. In casa londinese, però, c’è anche Granit Xhaka che piace molto; l’elvetico, altro regista delizioso, è scontento come il compagno di squadra ma vale lo stesso discorso fatto per Torreira. Con Arteta si parte alla pari e le ultime due gare di campionato prima del nuovo anno daranno indicazioni anche a Giuntoli. Il ds, però, vaglia altre soluzioni; piace Berge del Genk, ma il 21enne norvegese non ha esperienza e, quindi, è dietro nella graduatoria. Costano, invece, tanto – circa 35 milioni di euro – Soumaré del Lille e Lobotka del Celta Vigo; sul primo vi è la concorrenza di Tottenham e Manchester United e sembra già impossibile arrivarci, mentre sul secondo vi sono riflessioni in corso, anche perché non è il preferito. Alle spalle del duo dell’Arsenal, infatti, vi è Sandro Tonali, prossimo ai 20 anni ma già capace di incantare la Serie A. L’investimento, anche in questo caso, è tutt’altro che economico ma De Laurentiis, visto il talento del giocatore e l’età, non avrebbe problemi ad investire tale cifra. L’ostacolo è, però, rappresentato da Cellino, perché il suo Brescia è in lotta per la salvezza e non ha alcuna intenzione di cederlo già a gennaio.

24 Dicembre 2019 13:29 - Ultimo aggiornamento: 24 Dicembre 2019 13:29
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi