03 Aprile 2020 - Aggiornato alle 06:06
SPORT
Casa Napoli: "Sul mercato con la proverbiale lentezza" di Giovanni Spinazzola
03 Gennaio 2020 20:09 —

Il Napoli lavora sul mercato ma con la proverbiale lentezza che lo contraddistingue; il Milan ha già annunciato e presentato Ibrahimovic (ha pure segnato nella prima gara amichevole mostrando di essere in forma), la Juve ha ingaggiato Kulusevski (ma per giugno) mentre Marotta studia Vidal ed Eriksen. Ed il Napoli? I partenopei inseguono Lobotka e, al contempo, cercano lo sconto come accade al mercato della frutta oppure alle bancarelle. Il Celta Vigo non ha problemi economici, solo di classifica, e continua a chiedere 25 bonus compresi; il Napoli offre 16 più due con la forbice ancora ampia, chissà per quanto. La volontà del calciatore è chiara ma passeranno altre settimane prima di chiudere l’affare. Ed intanto Gattuso, che avrebbe bisogno di un regista come il pane (a proposito, lo slovacco non è nemmeno un vero interprete del ruolo) ha già la certezza di dover fare di necessità virtù. Già abortita, invece, la pista Soumaré; il giovane talento del Lille, infatti, è seguito dai top club di mezza Europa e la sua valutazione è già salita a 60 milioni di euro, una fortuna praticamente. Il che significa riproporre Allan davanti alla difesa, un febbricitante Fabian Ruiz mezz’ala per un centrocampo solito, affidandosi – poi – a Manolas e Luperto al centro, perché Koulibaly e Maksimovic non hanno ancora recuperato. Una preghiera al Padreterno, poi, per tenere intatto Mario Rui perché nel frattempo Ghoulam è finito nuovamente ko. Il terzino sinistro da prendere è una priorità, ma siamo ancora al campo delle riflessioni, delle idee, tra Ricardo Rodriguez del Milan e Koutris dell’Olympiakos. Intanto vi sono ben 11 punti da recuperare sul quarto posto e, di questo passo, le 12 fatiche di Ercole sembrano giochi per bambini. La suggestione, invece, si chiama Yannick Ferreira Carrasco; il belga vuole lasciare la Cina per rimettersi in gioco in Europa. Ha talento, gamba e velocità, trattasi di un esterno destro di qualità ma i costi dell’operazione, al momento, non sembrano autorizzare a sognare. Tempi di crisi; non siamo ancora alla manovra lacrime e sangue ma ci arriveremo presto, nel giugno prossimo se la Champions League non dovesse arrivare. 

03 Gennaio 2020 20:09 - Ultimo aggiornamento: 03 Gennaio 2020 20:09
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi