23 Aprile 2018 - Aggiornato alle 05:40
CULTURA&SPETTACOLO
Caserta: Legàmi, al PalArti di Capodrise sei artisti sfidano l’oscurità delle relazioni umane
15 Dicembre 2017 20:56 — Dal 17 dicembre al 20 gennaio 2018.

In un tempo soggetto all’evaporazione dei valori, interrogarsi sul senso dei legàmi equivale a incedere verso il buio, nel trionfo, enfatizzato, di un godimento cieco e mortale improntato all’io. Fuori, dentro e per il Palazzo delle Arti di Capodrise, dal 17 dicembre al 20 gennaio 2018 (il vernissage è atteso 17 dicembre, alle 17.30), Raffaele Boemio, Mario Ciaramella, Diana D’Ambrosio, Sergio Gioielli, Andrea Martone e Vittorio Vanacore sfideranno quel buio e si spingeranno, e i visitatori con loro, nell’oscurità delle relazioni umane. Pareti, soffitti e spazio urbano “dialogheranno” con nuvole di terracotta, pietre segnate dal tempo, presenze animali, rocce vulcaniche, aratri, corde tese a segnare rotte su cui viaggiano, fragilissime, barchette di carta. «Ognuno – rivela Michelangelo Giovinale, curatore della mostra – ha forgiando l’opera fra le mura del Palazzo, come in un sogno; luogo in cui, scrive Freud, le immagini, le memorie e i legàmi ereditati si imprimono indelebili. Sono sei istallazioni che ricolmano un vuoto, non solo fisico; creano una falla, un varco, per riemergere da quel silenzio che bisogna tornare ad ascoltare». Mentre erano al lavoro, gli artisti si sono raccontati al regista Alessandro Musone; i ritratti confluiranno nel cortometraggio “Sequenze creative”, che sarà proiettato il 22 dicembre, nell’anteprima di un confronto con la città. Il raduno, domenica, pioggia permettendo, è previsto in piazza Aldo Moro, nello slargo antistante il Municipio; lì, sarà “animata” l’opera di Boemio, costituita da un aratro che affonda il suo vomere nel cemento: dal suolo affiorerà un raggio di luce metafora di. “Legàmi, un tempo indissolubile” è la quarta mostra della rassegna “In cerca del padre” E, come tutta la programmazione, gode dei patrocini della Provincia di Caserta, della Regione Campania, del Consiglio Regionale della Campania e del Ministero dei Beni culturali e ha come partner istituzionali il liceo “Buccini”, il liceo “Quercia” e l’istituto “Cavour” di Marcianise, il liceo “Righi Nervi” di Santa Maria Capua Vetere e l’istituto “Gaglione” di Capodrise. L’ingresso è gratuito.

15 Dicembre 2017 20:56 - Ultimo aggiornamento: 15 Dicembre 2017 20:56
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi