27 Giugno 2019 - Aggiornato alle 05:58
CRONACA
Colli Aminei: Sicurezza, incontro con il Questore e i Comandanti dei Carabinieri a via Nicolardi
21 Febbraio 2019 18:27 —

Sicurezza e protezione. Questo hanno chiesto i cittadini ed i commercianti dei Colli Aminei e di via Nicolardi all’incontro tenutosi nel primo pomeriggio nel teatro della Chiesa di S. Teresa di Gesù bambino alla presenza di rappresentanti delle forze dell’ordine e del Comune di Napoli. C’era il Presidente della III Municipalità Ivo Poggiani e, in rappresentanza di Palazzo S. Giacomo, l’Assessore Alessandra Clemente, ma ha preso parte alla riunione anche il Questore di Napoli Antonio De Iesu ed i comandanti delle stazioni dei Carabinieri Capodimonte e Vomero. Uno spiegamento di forze davvero non indifferente, in linea con quanto visto negli ultimi giorni, con un’area militarizzata – di sera – come testimoniato da I Fatti di Napoli. Ebbene, in un teatro con circa 150 tra cittadini e commercianti il Dott. De Iesu ha chiesto collaborazione ed aiuto in un lavoro fianco a fianco tra per ottimizzare al meglio il lavoro. “Abbiamo bisogno delle vostre segnalazioni” ha esclamato il Questore, anche anonime affinché gli uomini presenti sul territorio possano andare a colpo sicuro. “Ieri abbiamo arrestato due uomini a bordo di un motorino rubato ed in possesso di un’arma simile a quelle in dotazione alle forze di polizia” ha sostenuto il Dott. De Iesu quasi trionfante che ha poi annunciato provvedimenti a stretto giro di posta. La Municipalità sta lavorando per un sistema di videosorveglianza efficace, mentre le forze di polizia hanno predisposto – a partire da domani – un pattugliamento di “Falchi” dalle ore 07:00 fino alla 01:00. Un passo in avanti, seppur piccolo, ma significativo, accolto dagli applausi e da cenni di soddisfazione. Sicurezza in più, proprio come chiesto dai cittadini i quali, però, si aspettano altri passi avanti, come il prosieguo dei posti di blocchi già visti negli scorsi giorni. Intanto i commercianti stanno provando ad organizzarsi in proprio, autotassandosi; sono, infatti, al lavoro per istituire un servizio di sorveglianza e pattugliamento con vigilanza privata. È un progetto ancora in erba, che probabilmente prenderà corpo nelle prossime settimane. Insomma, piccoli passi in avanti e mano tesa; dalle parole, però, si deve passare ai fatti.  

Giovanni Spinazzola 

21 Febbraio 2019 18:27 - Ultimo aggiornamento: 21 Febbraio 2019 18:27
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi