22 Gennaio 2022 - Aggiornato alle 14:59
MONDO ANIMALE
Come prepararsi per fare una visita di Pet Therapy
02 Dicembre 2021 12:51 —

Nei precedenti articoli abbiamo già dato una panoramica abbastanza ampia per conoscere la Pet Therapy più da vicino con i suoi molteplici ambiti di applicazione, con trattamenti che coprono una vasta ampia di utenti con vari gradi di disabilità.

Di solito è il conduttore con il suo animale che fa visita spostandosi da una struttura all’altra, diventando strumento di supporto terapeutico, guidato da un programma di riabilitazione redatto e seguito da uno specialista esperto in Pet Therapy (psicologo, fisioterapista, educatore ecc.) o da un’equipe di questi, in basa alla struttura e agli utenti trattati.

Il conduttore con il suo animale per dare una buona impressione iniziale deve dare una buona immagine di sé con abbigliamento appropriato possibilmente con uniformi riconoscibili, oltre ad essere preparato per ogni programma. È importante che il binomio conduttore-cane siano in salute, puliti e ben curati.

Munirsi dell’equipaggiamento necessario: ciotola per l’acqua, spazzole, oggetti per la pulizia, palline, qualche giochino per far interagire l’utente con l’animale, bocconcini per il cane ecc. (verificare se la struttura ospitante ha dei divieti o delle preferenze su alcuni tipi di approccio, ad esempio se i bocconcini o alcuni tipi di oggetti siano consentiti). Più si è organizzati e preparati, maggiori sono le probabilità di successo della terapia.

Il nostro amico a quattro zampe va preparato con cura, pulizia del pelo, quindi senza nodi, va lavato e spazzolato affinché abbia un pelo ben curato, usare uno shampoo inodore, le unghie delle zampe vanno tenute corte e limate affinché non costituiscano un pericolo per la persona. Pulire gli occhi e le orecchie, le quali non devono emettere cattivo odore. Se l’alito del cane è sgradevole, usare dei prodotti specifici a base di dentifricio o collutorio per eliminare l’odore cattivo, verificare sempre la causa del cattivo odore tramite un consulto con il proprio veterinario, perché può capitare che ciò dipenda da un’alimentazione specifica, quindi in questo caso bisogna cambiare alimentazione.

Presentarsi con un cane ed un equipaggiamento pulito e in perfette condizioni d’igiene. È necessario portarsi uno zaino che non sia d’intralcio durante le attività, all’interno del quale ci metteremo: documenti d’identificazione personali e del cane, buste di plastica per rimuovere le feci, salviette umidificate per permettere al paziente di lavarsi le mani dopo il contatto con il cane, asciugamani per far appoggiare o salire il cane sul letto o sul grembo del paziente se la struttura non è provvista.

Domenico Esposito

02 Dicembre 2021 12:51 - Ultimo aggiornamento: 02 Dicembre 2021 12:51
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi