14 Luglio 2020 - Aggiornato alle 04:50
SPORT
Coppa Italia: Gattuso, Meret e Mertens ai microfoni della Rai
18 Giugno 2020 00:15 —

Il tecnico degli azzurri Gennaro Gattuso dopo la vittoria della Coppa Italia ha parlato alla Rai:

"A me il calcio ha dato più di quanto ho dato io. Quando succede quello che è successo a me non va bene, ma lo digerisci. Io faccio questo lavoro con grande passione, mi ha dato tanto e so che non posso mollare di una virgola. Senso d’appartenenza? Chi fa questo lavoro deve avere rispetto per questo lavoro. È per questo che tante volte mi arrabbio. Io voglio vedere chi ci mette passione perché io ho sempre fatto così. Dai miei calciatori voglio senso d'appartenenza, rispetto e quando si lavora lo si fa con grande serenità. Quando fai le cose bene, raccogli tutto ciò che semini. Quarto posto? Abbiamo il dovere di fare queste ultime partite con rispetto. Non possiamo pensare di mollare dopo aver portato a casa solo il primo obiettivo. Abbiamo il dovere di provarci, abbiamo parecchi punti di distacco, ma ce la giochiamo".

Anche Alex Meret, portiere del Napoli, ha parlato ai microfoni di Rai Sport.

"E' un'emozione veramente grande. Abbiamo fatto un grande percorso, sapendo soffrire in tanti momenti e giocando in altri. È una Coppa meritata. Siamo veramente contenti, abbiamo dato tutto dal primo all'ultimo minuto, sono orgoglioso di far parte di questo gruppo. Il mister ed il presidente sono orgogliosi di noi, di ciò che abbiamo fatto. E ce lo siamo meritati. Buffon? È un gran numero uno, ha salvato 3-4 palloni importante, l'ha dimostrato anche oggi. Per me è un onore giocare contro il mio idolo, sono ancora più felice per questo. C'è ancora tanto da fare. Questo era il primo passo e ci siamo riusciti. Ora continuiamo con questo spirito per toglierci delle soddisfazioni".

Fresco di rinnovo fino al 2022, anche Dries Mertens ha commentato la vittoria della Coppa Italia alla Rai.

"Oggi abbiamo dato tutto per fare qualcosa di speciale. Siamo un bel gruppo, rimasto tutto a Napoli continuando a lavorare. È stato un momento molto bello. Il video postato sui social per il rinnovo? Quando giochi a Napoli è speciale sempre, i tifosi e tutto l'ambiente. Oggi come squadra abbiamo vinto, anche grazie alla preparazione. Se credo nel progetto? Sì. Ci ho pensato tanto. Il gruppo, l'allenatore, il suo staff sono spettacolari. E poi c'è la città. Per me la quarantena è stata come una vacanza, stavo bene a Napoli e in quel momento già avevo deciso di firmare il contratto. Gattuso, rispetto ad Ancelotti, ci ha dato un palleggio più congeniale alla nostra squadra, con il 4-3-3. Per il resto, con Ancelotti abbiamo fatto bene in Champions League. Si vede da come abbiamo vinto oggi e come abbiamo festeggiato con lui, Gattuso ci ha trasmetto una forte voglia di vincere".

Giovanni Spinazzola

18 Giugno 2020 00:15 - Ultimo aggiornamento: 18 Giugno 2020 00:15
Altri contenuti
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi