05 Giugno 2020 - Aggiornato alle 11:33
CRONACA
Coronavirus: Asl a domicilio dei pazienti per il tampone. Anche in questo caso se non avete richiesto interventi o avete dubbi non aprite a sconosciuti e chiedete l'ntervento delle forze dell'ordine
28 Marzo 2020 18:33 —

L’ASL Napoli 1 Centro ha predisposto 5 unità mobili, una per ogni due Distretti Sanitari di Base, che saranno equipaggiate con medici volontari, vere proprie task force che si muoveranno sul territorio cittadino dalle 8,00 alle 21,00 di tutti i giorni per fare tamponi a domicilio dei pazienti per i quali si sospetta un contagio COVID- 19 ovvero per i pazienti che hanno terminato il periodo di “quarantena” per i quali deve essere certificata la guarigione (è necessario eseguire due tamponi a distanza di 24 ore). 

Attenzione, ache in questo caso a ladri e truffatori. Badate bene, in questa fase l'ASL va solo a casa dei pazienti che hanno richiesto l'intervento perchè si sospetta un contagio COVID- 19 o a casa dei pazienti che hanno terminato il periodo di “quarantena”. Quindi non aprite la porta di casa a sconosciuti specie se non aspettate qualcuno in particolare o consegne. In questo momento particolare ladri e truffatori usano ogni mezzo per entrare in casa delle persone per derubarle, sopratutto se anziani e soli, e non avrebbero nessun problema a spacciarsi per operatori sanitari che devono praticare il tampone o per un altro motivo. Quindi, occhi aperti, e ricordate ancora, lo ribadiamo, di non aprire la porta di casa a persone sconosciute e, in caso di dubbi, contattate subito i numeri di emergenza delle forze dell'ordine.    

28 Marzo 2020 18:33 - Ultimo aggiornamento: 28 Marzo 2020 18:33
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi