10 Aprile 2020 - Aggiornato alle 10:10
POLITICA
Coronavirus: Il vicepresidente del Consiglio regionale della Campania, “Stato requisisca fabbriche per produrre mascherine”
13 Marzo 2020 15:17 —

“Lo Stato deve proteggere i propri cittadini fornendo loro i dispositivi necessari alla tutela dei singoli e della comunità. Oltre a requisire, seppur temporaneamente, alberghi o beni immobili per ospitare eventualmente persone in quarantena, requisisca le fabbriche che sono in grado di produrre mascherine ed altri dispositivi fondamentali in questo periodo di pandemia da COVID-19”. Lo dichiara Ermanno Russo, vicepresidente del Consiglio regionale della Campania ed esponente di Forza Italia. “Ciò che sta accadendo in questi giorni è assurdo. Le farmacie non hanno mascherine e addirittura è in atto una speculazione che costringe i media a parlare di broker delle mascherine. Se la condizione di emergenza è tale da far pensare di chiudere l’Italia, non bisogna tentennare dinanzi alla possibilità di utilizzare tutte le risorse tecnologiche, umane e di progettazione oggi a disposizione per dotare, gratuitamente, tutti i cittadini delle protezioni indispensabili a limitare il contagio”, prosegue Russo. “Lo Stato deve far sentire la sua forza con divieti e il controllo certosino rispetto alle prescrizioni che emana ma non può tralasciare l’aspetto della prevenzione. Il popolo lo si protegge anche fornendolo dei dispositivi adatti. È allo studio un decreto del Governo con nuove misure economiche per fronteggiare l’emergenza, si introduca anche questo concetto. Indirizziamo laddove possibile la produzione verso i dispositivi di protezione individuale, facendo lavorare in sicurezza soltanto chi deve farlo per forza e pagando direttamente con fondi pubblici chi produce mascherine. Altrimenti non ce ne usciamo. Scateneremo una guerra tra poveri ed un mercato nero che sarà sempre più difficile contrastare specie in alcune aree già disagiate del Paese”, conclude Russo.

13 Marzo 2020 15:17 - Ultimo aggiornamento: 13 Marzo 2020 15:17
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi