10 Aprile 2020 - Aggiornato alle 10:03
POLITICA
Coronavirus: Nuova ordinanza di De Luca. Ridotti i trasporti su ferro, su gomma e marittimi
12 Marzo 2020 18:45 —

Con decorrenza immediata e fino al 25 marzo 2020, salvo proroghe, è disposta, su tutto il territorio regionale, la riduzione della programmazione dei servizi di linea e non di linea erogati dalle aziende di TPL, sulla base delle esigenze dei pendolari ad esclusiva mobilità lavorativa e garantendo i servizi essenziali per ogni modalità di trasporto. In particolare:

per il servizi di TPL terrestri (su ferro e su gomma) è disposta la riduzione sino al 50% dei programmi ordinari

per i servizi di TPL marittimo, dai porti sorgitori della terraferma di Pozzuoli, Napoli e Sorrento per le isole del  Golfo,  è disposta la limitazione dei servizi a tre corse di andata e tre corse di ritorno per ogni direttrice e per ogni tipologia di unità navali (unità veloci e navi ro/ro pax), al fine di garantire la continuità territoriale per motivi sanitari, lavorativi e di approvvigionamento dei beni di prima necessità.

Le aziende di trasporto adeguano la propria programmazione alle disposizioni di cui al comma 1 e comunicano i nuovi programmi di servizio -e le eventuali integrazioni- alla Direzione Generale Mobilità della Regione Campania. Dalla data di comunicazione, l'espletamento del servizio è effettuato secondo la nuova programmazione.

Eventuali modifiche della programmazione presentata sono consentite esclusivamente alla presenza di necessità o istanze urgenti e non differibili e devono essere comunicate alla Direzione Generale Mobilità della Regione Campania.

E' fatto il salvo il potere della Direzione Generale Mobilità della Regione Campania di disporre modifiche ai programmi comunicati ai sensi dei commi precedenti, sulla base di eventuali esigenze di interesse pubblico.

E' fatto obbligo alle aziende di trasporto di assicurare l'esecuzione delle misure disposte con la presente Ordinanza e di dare la massima diffusione alla nuova programmazione dei servizi essenziali a tutti gli utenti sui propri siti aziendali, alle fermate, alle stazioni e su ogni altro mezzo di comunicazione alle stesse in uso.

Salvo che il fatto costituisca più grave reato, il mancato rispetto degli obblighi di cui al presente provvedimento è punito ai sensi dell'art.650 del codice penale.

I soggetti competenti assicurano l'esecuzione delle misure disposte con la seguente ordinanza.

La presente ordinanza è notificata ai Sindaci e ai Prefetti ed è trasmessa al Presidente del Consiglio dei Ministri e al Ministro della Salute.

La presente ordinanza è pubblicata sul sito istituzionale della Regione e sul BURC.

Per leggere l'ordinanza in edizione integrale Clicca Qui

12 Marzo 2020 18:45 - Ultimo aggiornamento: 12 Marzo 2020 18:45
Altri contenuti
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi