27 Luglio 2021 - Aggiornato alle 11:19
POLITICA
Covid-19: Vaccinazioni, De Luca vs Speranza. E Draghi si fa il mix: "Farò l'eterologa, anche se ho più di 70 anni"
18 Giugno 2021 21:34 — Nel caos dei vaccini di questi ultimi giorni, questa del Premier che a più di 70 anni si fa il Pfizer dopo aver fatto la prima dose con Astrazeneca è la chicca che mancava al quadro.

"Leggo le ultime dichiarazioni provenienti dal Ministero della Salute sulla vaccinazione eterologa.

Solo 4 giorni fa, al quesito posto dalla Regione Campania, si era risposto dicendo che "si deve completare il ciclo vaccinale con l'eterologa sotto i 60 anni", e che questa indicazione era "perentoria".

Oggi apprendo che il mix vaccinale sotto i 60, è solo  "fortemente consigliato". Si inaugura il vaccino "a la carte". Non commento, perché dovrei andare oltre il codice penale". Così il Presidente della Regione Campania commenta la notizia che il Premier Draghi, che ha più di 70 anni, si farà Pfizer dopo aver fatto la prima dose con Astrazeneca.

Difatti, il Premier Mario Draghi nella conferenza stampa tenuta oggi ha chiarito che lui si farà il mix. La prima dose l'ha fatta con Astrazeneca e non ha anticorpi per cui la seconda dose la farà copn Pfizer pur avendo più di 70 anni. 

“Innanzitutto - ha esordito Draghi - ricordo che vaccinarsi è fondamentale, infatti la discussione verte su quale tipo di vaccino usare a seconda delle varie circostanze, ma la cosa peggiore in assoluto è non vaccinarsi o fare una sola dose. L’eterologa funziona, io stesso sono prenotato martedì per fare quella, anche se ho più di 70 anni: la prima dose con AstraZeneca ha dato una risposta di anticorpi bassa e allora mi si consiglia di fare l’eterologa. Quindi se funziona per me è ancor più vero che funziona per quelli con meno di 60 anni”. 

Draghi ha chiarito anche che se una persona under 60 che ha fatto la prima dose con AstraZeneca vuole fare anche la seconda con lo stesso vaccino, è una sua libera scelta “purché abbia il parere del medico e il consenso informato. 

Ma da oggi si apre un altro fronte che farà molto discutere e cioè che una persona che ha più di 60 anni se non ha avuto un buon riscontro dalla prima dose con Astrazeneca potrà chiedere di fare Pfizer. L'esempio è proprio il Premier in persona.  Si farà sempre più difficile dire di no agli ultrasessantenni che vogliono la seconda dose con Pfizer agli hub vaccinali. 

Nel caos dei vaccini di questi ultimi giorni, questa del Premier che a più di 70 anni si fa il Pfizer dopo aver fatto la prima dose con Astrazeneca è la chicca che mancava al quadro.   

Antonio Pianelli

18 Giugno 2021 21:34 - Ultimo aggiornamento: 18 Giugno 2021 21:34
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi