14 Ottobre 2019 - Aggiornato alle 20:15
SPORT
Detroit: Ancelotti, "condizionati da due gol in fuorigioco"
11 Agosto 2019 11:53 —

"Saremo pronti per il 24 di agosto, quando inizierà il campionato”.  È quanto affermato da Carlo Ancelotti nel post gara dell’amichevole contro il Barcellona che ha visto gli azzurri uscire con passivo davvero pesante; uno 0-4 che lascia ben pochi alibi, se non i primi due gol in fuorigioco. "Il primo tempo lo abbiamo interpretato bene. Poi siamo stati condizionati da due gol subìti in fuorigioco ad inizio ripresa. Di fronte avevamo una grandissima squadra, ovvio che poi abbiano preso il campo. Ma le due reti non regolari hanno cambiato il match. Probabilmente eravamo un po' stanchi anche per i carichi di lavoro perché veniamo da un mese di preparazione intensa. Ma non vedo alcun problema oltre questo”, l’analisi di re Carlo che ha poi continuato. "Restano buone sensazioni da queste due sfide con il Barcellona e ripartiamo da qua per proseguire la preparazione in vista dell'inizio del campionato. Sono fiducioso del lavoro svolto sia in ritiro che nei test internazionali. Abbiamo un gruppo di qualità e sono certo che possiamo disputare un'ottima stagione. Ho raccolto ottime indicazioni dai ragazzi e le sensazioni, ribadisco, sono positive nel computo globale”, la sua analisi a tutto tondo. Nessun allarmismo, quindi, anche se le dimensioni della sconfitta non possono non preoccupare, non alzare i livelli di allerta, pur considerata la caratura dell’avversario. Una cosa appare, però, chiara; la squadra è incompleta e servono rinforzi quanto prima. 
Lozano è stato bloccato, quasi acquistato, ma in casa azzurra sono in corso riflessioni sulla possibilità si ingaggiare Mauro Icardi; l’ultimo sgarbo dell’Inter (la 9 strappata ed assegnata a Lukaku) ha definitivamente messo la parola fine sulla sua avventura nerazzurra. Il bomber ha sempre la Juve in cima alle preferenze, ma i bianconeri devono prima cedere Higuain e Mandzukic (Dybala potrebbe essere inserito nella trattativa). L’attesa snervante sta anche infastidendo l’attaccante, più morbido sull’opzione Napoli rispetto a qualche settimana fa. I partenopei sono l’unica opzione dietro la Juve – la Roma non gioca la Champions League – e l’entourage del calciatore l’avrebbe indotto a valutare con grande attenzione la proposta napoletana. Se ci sarà un varco, De Laurentiis si fionderà con rinuncia, a quel punto, al messicano. L’operazione Icardi, infatti, sarebbe estremamente onerosa (almeno 60 milioni di euro per il cartellino e circa 7,5-8 netti a stagione al ragazzo) e ridurrebbe drasticamente i margini di manovra in altri ambiti per Giuntoli a quel punto in attesa di un’apertura del Real Madrid per James Rodriguez (prestito, magari oneroso, con diritto di riscatto). In caso Icardi voli verso altri lidi, si punterà a chiudere per Lozano e, magari, provare a prendere un centravanti, con l’ipotesi Balotelli sempre in piedi. Ancelotti, infatti, nonostante le smentite di rito, ha capito come sia necessaria un’alternativa a Milik (ieri il polacco non ha giocato per affaticamento). Il tempo inizia a stringere, le lancette corrono veloci. La squadra, intanto, partirà oggi alla volta di Napoli e godrà di ben tre giorni di riposo; ripresa a Ferragosto, poi doppia seduta il 16. A quel punto mancherà, infatti, solo una settimana all’inizio del campionato. 

Giovanni Spinazzola 

11 Agosto 2019 11:53 - Ultimo aggiornamento: 11 Agosto 2019 11:53
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi