21 Novembre 2018 - Aggiornato alle 04:46
CRONACA
Famiglia Cristiana: Copertina di pessimissimo gusto contro Salvini
26 Luglio 2018 11:29 — Il Direttore va rimosso subito.

L'ultima copertina del settimanale di Famiglia Cristiana è di pessimissimo gusto. Attacca non solo Salvini ma tutti i cristiani che lo hanno votato e non sono pochi. Con questa uscita si lacerano ancor di più i rapporti con i tanti, e non sono pochi neanche quelli, che pensano che la Chiesa invece di parlare solo dovrebbe fare molto di più. In tanti, cristiani, sui social si chiedono del perchè in Vaticano e nelle chiese e nei monasteri non sono accolti gli immigrati. A Roma, da una indagine svolta pochi giorni fa, si è evinto che non c'è un immigrato che dorma nelle parrocchie della città. In alcuni casi all'interlocutore è stato risposto, in modo provocatorio, che non c'è posto neanche per i preti e per le suore. A lungo andare non si vuole capire che tali atteggiamenti allontano i cristiani dalle chiese e dai suoi rappresentanti, non certamente dalla religione. E il direttore della Civiltà Cattolica padre Antonio Spadaro, uno dei più ascoltati consiglieri di papa Francesco, che su Twitter ha scritto che  "la croce è segno di protesta contro peccato, violenza, ingiustizia e morte e non è mai un segno identitario", lo vada a spiegare ai tanti cristiani che vengono perseguitati e uccisi in tanti paesi solo perchè la indossano. Dalla copertina di Famiglia Cristiana, dal blaterare e dai comportamenti di alcuni preti si evince in modo inequivocabile che le parole di Papa Francesco sul volo di ritorno dalla visita in Svizzera sono cadute completamente nel vuoto: "Un Paese deve accogliere tanti quanti può integrare, educare, dare lavoro. Il problema è il traffico di migranti: alcune carceri in Libia sono come i lager nazisti. L’Africa non può essere sfruttata", definendo tra l'altro l'Italia "generosissima". E naturalmente anche gli italiani che mal sopportano questa situazione. Voto docet.

Antonio Pianelli  

26 Luglio 2018 11:29 - Ultimo aggiornamento: 26 Luglio 2018 11:29
Altri contenuti
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi