27 Settembre 2020 - Aggiornato alle 15:16
POLITICA
Gaffe su Twitter del Sottosegretario agli Esteri Di Stefano che scambia il popolo libanese per i libici
05 Agosto 2020 13:23 — Chi dimentica quando Di Maio scrisse su Renzi: "Presidente non eletto, senza alcuna legittimazione popolare, un personaggio che con arroganza ha occupato la cosa pubblica come ai tempi di Pinochet in Venezuela".   

Gaffe su Twitter del Sottosegretario agli Affari Esteri Manlio Di Stefano del Movimento 5 Stelle che scambia il popolo libanese per i libici. "Con tutto il cuore mando un abbraccio ai nostri amici libici", scrive Di Stefano, "Lo abbiamo già detto e lo ripeto anche io, l'Italia c'è ed è pronta a dare tutto l'aiuto possibile. Coraggio. seguono gli hastag Beirut, Libano e Movimento 5 Stelle. Indispettitosi per le numerose critiche piovutegli addosso e che lo ha costretto a cancellare iol twitter è andato di male in peggio replicando in un secondo twitter "C'è poco da scherzare con queste cose, ho sbagliato a scrivere, i morti invece restano, fenomeni" rivolto al popolo della rete. Quella rete che ha portato lui e i suoi fenomeni colleghi al Governo del Paese. Una cosa è giusta "c'è poco da scherzare". Del resto il Movimento ci ha abituato a queste gaffe. L'attuale Ministro degli Esteri Di Maio, all'epoca del Governo Renzi, su Facebook, apostrofò il suo attuale alleato come "Presidente non eletto, senza alcuna legittimazione popolare, un personaggio che con arroganza ha occupato la cosa pubblica come ai tempi di Pinochet in Venezuela".   

Antonio Pianelli   

05 Agosto 2020 13:23 - Ultimo aggiornamento: 05 Agosto 2020 13:23
Altri contenuti
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi