15 Giugno 2021 - Aggiornato alle 23:31
SPORT
Gattuso: "Allenare il Napoli è stato bellissimo. Un anno e mezzo intenso e prezioso, un'esperienza che porterò a lungo nel cuore" di Giovanni Spinazzola
26 Maggio 2021 19:24 —

Il Napoli progetta la nuova stagione ed al momento c’è attesa per capire chi sarà il nuovo tecnico degli azzurri. Chi occuperà la panchina lasciata vuota da Gennaro Gattuso? Mistero assoluto. Sergio Conceiçao, nel giro di meno di 24 ore, è passato dall’essere il nuovo allenatore con tanto di presentazione prevista per domani all’essere saltato per questioni burocratiche, almeno fino alle dichiarazioni presidenziali. De Laurentiis ha infatti svelato di apprezzare il tecnico del Porto ma di preferirne uno italiano. Saltata, quindi, anche la candidatura di Galtier neo Campione di Francia, quindi, con ADL che ha spiegato di aver già scelto la guida, con annuncio prossima settimana. Salvo colpi di scena, dovrebbe essere Luciano Spalletti. Ed il toscano, tolto Max Allegri ormai lontanissimo, è la migliore opzione per esperienza, conoscenza del 4-2-3-1 ed attitudine internazionale, anche a lavorare con calciatori di livello. In una sorta di griglia, seconda piazza per Simone Inzaghi; l’allenatore della Lazio è ai ferri corti con Lotito ed il rapporto tra presidenti è davvero ottimo. L’incontro con la dirigenza biancoceleste svelerà il futuro e, forse, ADL starebbe aspettando proprio il via libera del suo amico per affondare il colpo. Più lontane le opzioni Italiano e Dionisi, peraltro le più temute dai tifosi, che vedrebbero un ridimensionamento in questa strada, mentre non va scartata a priori anche l’opzione Sarri.

Gennaro Gattuso, intanto, ha pubblicato una lettera di commiato per i tifosi azzurri.

Allenare il Napoli è stato bellissimo: un anno e mezzo intenso e prezioso, un'esperienza che porterò a lungo nel cuore. Ringrazio i giocatori, lo staff della società, tutti i dipendenti, il presidente De Laurentiis che mi ha dato questa opportunità.

Ho conosciuto una città magnifica, dove ho vissuto benissimo con la mia famiglia, e tifosi straordinari, nonostante la pandemia ci abbia tenuto lontano dall’atmosfera unica dello stadio intitolato a Diego Maradona.

Ma nei giorni della vittoria in Coppa Italia e in tanti altri momenti ho sentito forte l'affetto unico dei napoletani verso la loro squadra. Affetto che, insieme al mio staff, mi sono sforzato di ricambiare, lavorando ogni giorno con la massima dedizione e professionalità. Adesso le nostre strade si separano, però non dimenticherò mai questi mesi emozionanti.

Auguro al Napoli e a Napoli altri successi.

26 Maggio 2021 19:24 - Ultimo aggiornamento: 26 Maggio 2021 19:24
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi