08 Dicembre 2022 - Aggiornato alle 18:09
CRONACA

Giustizia: Di Giacomo (Sind.Pol.Penitenziaria) "Quasi mille casi di “errori giudiziari” l’anno"

13 Ottobre 2022 13:01 —

La decisione della quinta sezione penale della Corte d’appello di Milano che ha accolto l’istanza di riparazione per ingiusta detenzione avanzata da Stefano Binda e riconosciuto la somma di 303.277,38 per 1.286 giorni vissuti in una cella, gravato dall’accusa di assassinio, nel 1987, di una studentessa, è solo l’ultimo dei circa mille casi di “errori giudiziari” l’anno (oltre 30mila in 30 anni), sicuramente il più grave per la più lunga detenzione, per una spesa complessiva a carico dello Stato vicina al miliardo di euro (27 milioni di euro l’anno): sono dati che esprimono con chiarezza l’altra faccia della medaglia dell’emergenza sistema giustizia che si ripercuote direttamente sul sistema penitenziario italiano aggravandone le criticità, evidenziando ancora una volta le storture del sistema carcerario e penale del nostro Paese. È quanto sostiene il segretario generale del S.PP. – Sindacato Polizia Penitenziaria – Aldo Di Giacomo sottolineando che anche in tema di ingiusta detenzione ci aspettiamo azioni efficaci da parte del nuovo Parlamento che si insedia oggi e del Governo che sarà nominato per superare questa che è una vera e propria situazione di inciviltà indegna per un Paese occidentale.

Nella “speciale” classifica degli errori giudiziari tra le città con il maggior numero di casi indennizzati sette su dieci sono al Sud con Napoli (101 casi nel 2020, con il record di 5 anni di ingiusto carcere), Reggio Calabria (90), Bari (68), Catanzaro (66) e nella graduatoria delle città dove lo Stato ha speso di più in risarcimenti ai primi tre posti ci sono Reggio Calabria (circa 8 milioni di euro complessivi), Catanzaro (più di 4,5 milioni) e Palermo (4,3 milioni).

Solo lo scorso anno i casi di ingiusta detenzione sono stati 565, per una spesa complessiva in indennizzi di cui è stata disposta la liquidazione pari a 24,5 milioni di euro.

È anche questa la prova provata dell’incapacità della politica di dare risposte ai problemi del sistema giudiziario e di quello penitenziario. Basterebbe prendere esempio dal Belgio dove lo Stato spende in risarcimento circa 20 volte in meno dell’Italia.

13 Ottobre 2022 13:01 - Ultimo aggiornamento: 13 Ottobre 2022 13:01
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi