25 Giugno 2022 - Aggiornato alle 16:06
MONDO ANIMALE
Il benessere degli animali selvatici in città
18 Maggio 2022 15:05 —

I diritti degli animali si sono evoluti al tal punto che oggi a livello legislativo si parla anche di benessere animale.

Questa evoluzione è direttamente proporzionale alla crescita del benessere umano che ha fatto aumentare la consapevolezza di come garantire diritti agli animali di ogni settore che si rapportano alla vita delle persone. Certo il limite di questo rapporto è spesso indecifrabile.

Sempre più ci capita di assistere a scene di animali selvatici che entrano nei nostri centri urbani per cibarsi nei periodi di grande freddo e di carenza di cibo.

Abbiamo visto cervi che scendono sulle strade asfaltate a leccare il sale che noi utilizziamo per il disgelamento stradale.

Sentiamo racconti di orsi che entrano nei negozi alla ricerca di miele e che fanno chilometri per ritornare lì dove sono nati e cresciuti per rientrare nello stesso negozio di miele.

Vediamo i cinghiali tra i bagnanti sulle spiagge e tra i cittadini nei centri urbani, che scodinzolano, si avvicinano senza diffidenza, e tante altre manifestazione d’interazione similari, dove l’animale non mostra più quei segni di paura di fronte alla presenza dell’uomo.

Certo è positivo che i cinghiali riconoscano un cittadino comune da un cacciatore, e che un cacciatore non possa cacciare qualsiasi animale dove vuole, ma è anche vero che le città non sono pensate per una convivenza facile con tali tipi di animali.

Si tratta di un fenomeno interessante che andrebbe studiato, sicuramente non sottovalutatare, affinché si individui una normativa che renda sicura questa convivenza ove possibile, anche perché alcune specie di animali sono molto prolifiche e se le popolazioni non vengono sottoposte a controllo o restrizioni di nascite aumentano a dismisura e, come si sa, l’aumento incontrollato di una popolazione comporta sempre dei rischi.

Domenico Esposito

18 Maggio 2022 15:05 - Ultimo aggiornamento: 18 Maggio 2022 15:05
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi