30 Ottobre 2020 - Aggiornato alle 08:35
CRONACA
"Il Napoli è in quarantena. I giocatori in isolamento domiciliare fiduciario. Lo ha disposto la Asl Napli 1 Centro. Saltata la gara con la Juventus" di Giovanni Spinazzola
03 Ottobre 2020 21:52 —

Il clamoroso colpo di scena arriva poco dopo le 19. Il Napoli non può partire per Torino, l’autobus che portava i calciatori all’aeroporto è stato bloccato. Decisione dell’Asl di Napoli di competenza per territorio, che ha imposto il “fermi tutti”. È infatti altamente rischioso far spostare una squadra di potenziali positivi, considerato come i sei giorni trascorsi dalla gara con il Genoa sono troppo pochi per l’incubazione del Sars-Cov-2. Di fatto era un azzardo, un rischio altissimo che l’Azienda Sanitaria Locale napoletana, l’unica – secondo il protocollo della Figc – deputata a dare l’ok alla partenza di una squadra verso il luogo di destinazione in caso di positivi. Ebbene, fortuna vuole che in seno all’Asl partenopea vi siano dirigenti con sale in zucca, decisi ad evitare un nuovo caso Genoa, mandando possibili contagiati ad infettare a destra ed a sinistra. Insomma, lì dove hanno toppato i liguri, ci ha pensato la sanità campana a bloccare una situazione già delicatissima. Nel pomeriggio, infatti, il risultato dei tamponi effettuati aveva dato la positività anche di Eljif Elmas. La squadra ora andrà in isolamento fiduciario per 14 giorni ed a questo punto anche la gara contro l’Atalanta è seriamente a rischio, così come i calciatori azzurri non potranno certo partire per rispondere alle convocazioni delle rispettive nazionali. Sembra impossibile che il Napoli sia sanzionato con lo 0-3 a tavolino, proprio perché la decisione sarebbe giunta dall’Asl di concerto con la Regione Campania, organi di certo superiori alla Lega Calcio, soprattutto in tempo di emergenza sanitaria nazionale. "Fatti salvi eventuali provvedimenti delle Autorità statali o locali nonché della Federazione Italiana Giuoco Calcio", è il caso in questione, si legge nel protocollo adottato dalla Lega Calcio per cui è del tutto solo provocatorio il comunicato apparso pochi minuti fa dalla Juve che spiega come i bianconeri saranno domani regolarmente in campo all’Allianz Stadium. Facciano pure l’amichevole tra di loro, in gioco c’è la salute. Il Napoli, invece, sta lavorando con i legali per preparare il documento da inviare alla Lega Calcio con lo stop imposto dall’Asl. 

03 Ottobre 2020 21:52 - Ultimo aggiornamento: 03 Ottobre 2020 21:52
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi