16 Gennaio 2021 - Aggiornato alle 05:52
SPORT
Inter-Napoli: "Un mercoledì da leoni" di Giovanni Spinazzola
15 Dicembre 2020 21:36 —

Un mercoledì da leoni per il Napoli, perché gli azzurri – reduci dal successo contro la Sampdoria – si avvicinano ad un vero e proprio uno-due di altissimo profilo che, forse, potrà ben spiegare la dimensione dei partenopei in questa stagione. Mertens e compagni volano a Milano a sfidare l’Inter, la corazzata di Conte e candidata numero uno allo scudetto insieme alla Juventus, almeno nei pronostici di inizio stagione. Il Napoli non può fallire, perché conquistare bottino pieno significherebbe un aumento esponenziale dell’autostima e la consapevolezza di essere davvero una grande. Una sorta di esame di laurea, dopo il precedente fallito con il Milan; Gattuso, nelle ultime settimane, ha lavorato molto sulla testa dei suoi calciatori e domani sarà l’occasione giusta per mostrare i passi in avanti del gruppo. Di certo sarà necessario partire dal 1’ con la massima concentrazione, senza regalare spezzoni di gara all’avversario. L’Inter, infatti, è squadra tosta e compatta, letale in attacco, ma ha anche una difesa non impeccabile, più che attaccabile dai velocisti azzurri. Servirà una prestazione corale, da grande squadra, con sacrificio da parte di tutti soprattutto a centrocampo, lì dove l’Inter sarà in vantaggio numerico. I partenopei dovranno sfidare Lukaku e compagni a testa alta, senza timori reverenziali e con lo spirito da grande, proprio come fu affrontata la Roma qualche settimana fa. Testa fredda e cuore caldo, quindi, per 90’ da giocare con il coltello tra i denti e con il veleno, come tanto piace a mister Gattuso. Vincere è l’obiettivo, la missione della spedizione meneghina, consci di poter realizzare il colpaccio, sotto gli occhi della stella numero 10.

Al termine dell’allenamento e prima della partenza, Gattuso ha diramato la lista dei convocati; tutti presenti, anche gli ormai guariti Hysaj e Rrhamani, ad eccezione di Osimhen e Llorente. Ecco il gruppo.

Meret, Ospina, Contini, Di Lorenzo, Ghoulam, Hysaj, Rrahmani, Koulibaly, Malcuit, Maksimovic, Manolas, Mario Rui, Demme, Elmas, Lobotka, Fabian Ruiz, Zielinski, Bakayoko, Lozano, Mertens, Petagna, Politano, Insigne.

La gara sarà arbitrata da Massa di Imperia. Assistenti: Meli-Alassio. IV Uomo: Forneau. VAR: Calvarese-Del Giovane

In casa nerazzurra, classico 3-5-2 con Lautaro Martinez e Lukaku in attacco; Sanchez e Vidal indisponibili, Hakimi in forse con Darmian confermato a destra ed Ashley Young a sinistra. In mezzo Ggliardini, Brozovic e Barella. In difesa, davanti ad Handanovic, Skriniar, De Vrij e Bastoni, con lo slovacco insidiato da D’Ambrosio.

In casa partenopea confermato il 4-2-3-1 con il ritorno di Ospina tra i pali (il colombiano ha incontrato Catalina Perez, sua connazionale e numero uno del Napoli femminile, pe incontro definito emozionante dalla ragazza sudamericana che considera il 25 azzurro suo idolo); Manolas e Koulibaly in difesa con Di Lorenzo e Mario Rui terzini. In mediana Bakayoko sicuro del posto, è ballottaggio tra Demme e Fabian Ruiz, mentre scontato il poker offensivo. Lozano, Zielinski ed Insigne alle spalle di Mertens. 

Probabili formazioni

INTER (3-5-2): Handanovic; Skriniar, De Vrij, Bastoni; Darmian, Gagliardini, Brozovic, Barella, Young; Lukaku, Lautaro Martinez.

NAPOLI (4-2-3-1): Ospina; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Mario Rui; Fabian Ruiz, Bakayoko; Lozano, Zielinski, Insigne: Mertens.

15 Dicembre 2020 21:36 - Ultimo aggiornamento: 15 Dicembre 2020 21:36
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi