21 Novembre 2017 - Aggiornato alle 14:55
CULTURA&SPETTACOLO
La Nuova Scarlatti vola in Cina: oltre trenta date con sei opere e la partecipazione all’Oscar della Lirica
02 Novembre 2017 13:53 — Dal 5 novembre al 3 gennaio, in contemporanea col cartellone autunnale napoletano, l’orchestra si esibirà in tournée in Oriente con un ricco programma che va dal Don Giovanni alla Bohème.

Tutto pronto per la missione in Cina della Nuova Orchestra Scarlatti. Con la Carmen di Bizet diretta da Gianluca Martinenghi è difatti terminato il ciclo di prove che ha impegnato oltre 50 professori d’orchestra che rappresenteranno Napoli e il nostro Paese in Oriente. Nelle prossime ore la partenza, l’esordio il 9 novembre proprio con la Carmen al Grand Theatre di Tianjin.

Ventotto in totale le date per le opere liriche, a cui si aggiungeranno cinque date per i concerti sinfonici. In Cina la Nuova Scarlatti porterà il Don Giovanni, il Barbiere di Siviglia, la Traviata, Un ballo in maschera, la Carmen, la Bohème. Ad alternarsi alla direzione della Nuova Scarlatti alcuni dei più prestigiosi e apprezzati direttori d’orchestra italiani.

Tra gli appuntamenti di rilievo in Cina la partecipazione della Nuova Orchestra Scarlatti agli Oscar della Lirica di Hainan del 20 dicembre, con protagonisti della scena lirica mondiale quali Maria José Siri, Giovanna Casolla, John Osborne, Carlo Colombara. Per il giorno di Capodanno la Nuova Scarlatti “festeggia” due volte: in Cina con una delle repliche della Carmen mentre a Napoli terrà il consueto appuntamento del Concerto di Capodanno.

“Portiamo Napoli e l’Italia in Cina – afferma Gaetano Russo, direttore artistico della Nuova Scarlatti – come abbiamo già fatto negli anni scorsi a Mosca, a Berlino e nella stessa Cina. Chi fa musica, soprattutto se la fa ad un certo livello, fa cultura; quindi l’Orchestra si fa ambasciatrice dell’Italia portando in Cina un repertorio che i cinesi apprezzano oggi non meno degli italiani stessi, se non ancora di più”.

Le attività in Cina non interrompono – quindi – la programmazione dei Concerti d’Autunno a Napoli. Spiega Russo: “Gli oltre 50 elementi che stanno per partire sono nostri collaboratori provenienti da tutte le parti d’Italia. Unendo le forze di tutti i professionisti che gravitano intorno all’universo della Nuova Scarlatti riusciamo a mettere in campo due formazioni di elevato spessore: così mentre una parte di noi sarà in Cina l’altra continuerà a essere presente a Napoli con i Concerti d’Autunno e sarà regolarmente al Teatro Mediterraneo per il consueto appuntamento di Capodanno”.


 
02 Novembre 2017 13:53 - Ultimo aggiornamento: 02 Novembre 2017 13:53
Altri contenuti
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi