08 Febbraio 2023 - Aggiornato alle 21:04
CRONACA

Lavoro: Lidl, la Uiltucs lancia l’allarme sicurezza e sommerso. Silvestro: “L’azienda dia delle risposte e rispetti il contratto di lavoro”

13 Dicembre 2022 20:02 —

La LIDL, dopo tante richieste, continua a defilarsi e a non trovare le giuste soluzioni agli innumerevoli problemi presenti nelle filiali della Campania. E' quanto denuncia la Uiltucs che lancia un volantino dal titolo "Solo con un lavoro di squadra è possibile migliorare".  

Bisogna dire basta ai comportamenti non in linea con il Contratto di Lavoro e la  legge. La Uiltucs Campania - nella nota -  chiede di avere più sicurezza sul lavoro; avere più deterrenti contro i continui furti e rapine a discapito delle lavoratrici e lavoratori presenti nelle filiali con piano serio ed efficiente. La Ultucs inoltre denuncia la prassi legata al lavoro al lavoro detto in gergo a "pezzi” ovvero vendi tanti pezzi hai tante ore di lavoro che si prefigura brillantemente come lavoro a "cottimo" che nella categoria del commercio non è previsto.  E ancora contro l’utilizzo improprio del personale, e dice basta ai controlli indiscriminati dei lavoratori, senza nessun accordo con le organizzazioni sindacali, che creano ansia e difficoltà a tutte le maestranze.

“Chiediamo più diritti e meno soprusi - dichiara Giuseppe Silvestro, segretario generale della Uiltucs Campania - per i dipendenti anche perché la vita delle persone, il lavoro e le condizioni in cui si svolge, non possono essere subordinate all’interesse economico e al profitto. Va contrastato - continua Silvestro - qualsiasi peggioramento delle norme sulla sicurezza e va rilanciata la cultura dei diritti dei lavoratori.

Quello che sta facendo la Lidl in Campania è veramente poco consono agli standard lavorativi, senza che ci sia un controllo chiaro e soprattutto risposte alle nostre domande”.

“Nelle ultime settimane - dichiara Mario Dello Russo della Uiltucs Campania - sono successe diverse cose nei punti vendita in Campania che ci hanno spinto a fare un volantino contro quello che stanno vivendo ogni giorno i lavoratori. Spinti anche al sommerso e in balia di situazioni legate a rapine continue nei punti vendita della nostra regione.

E' necessario rafforzare la sicurezza con gli impianti di videosorveglianza, predisponendo negli esercizi più colpiti dalle rapine anche la vigilanza armata e linstallazione delle moderne casse automatiche dove gli operatori non devono più toccare il contante, utilizzando tutte le tecnologie più avanzate come la RFid dove cliente appoggia il suo cestino blu con i prodotti e dopo pochi secondi la commessa consegna lo scontrino. Questa soluzione si basa su tecnologia RFID ed è impiegata nei 113 negozi italiani e in altri 1000 punti vendita nel mondo di Decathlon. 

Chiediamo maggiore sicurezza sul lavoro in ogni ambito e soprattutto di rispettare il contratto nazionale del lavoro. Ma da Lidl in Campania non riceviamo alcuna risposta”.

Per un'azienda che fa della qualità e la convenienza il suo marchio di fabbrica nel mondo non ci aspettavamo questi problemi che, siamo sicuri saranno affrontati e risolti con celerità. E saranno ancor di più a dire Ci ho Pensato, Lidl'anch'io!

 

13 Dicembre 2022 20:02 - Ultimo aggiornamento: 13 Dicembre 2022 20:02
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi