24 Gennaio 2021 - Aggiornato alle 13:23
SPORT
Lazio-Napoli: 2-0. Le pagelle di Giovanni Spinazzola
20 Dicembre 2020 23:07 —

Ospina 6: sui gol non può nulla, perché sono due conclusioni imparabili, poi ordinaria amministrazione.

Di Lorenzo 4: sbaglia tutto il possibile, ad iniziare dal gol della Lazio dove sembra fuori posizione. Mai una sortita offensiva degna di tal nome, con la catena di destra completamente nulla.

Maksimovic 5: alla prima da titolare in campionato, ha sulla coscienza il gol di Immobile, perché il serbo nemmeno salta a contrastare il 17 biancoceleste. Troppi gli errori che non lo salvano dal finale in crescendo.

Koulibaly 5,5: inizia con grandi anticipi e duelli, poi accusa un problema al quadricipite destro. Resiste in campo da ver gladiatore, da capitano, e gioca pure all’attacco finché resiste.

(dal 55’ Manolas 5,5: entra a gara già compromessa e può davvero poco. Controlla bene la sua porzione di campo).

Mario Rui 4,5: il suo passaggio sbagliato nella ripresa costa il secondo gol; non mette in campo le qualità che pure ha. Male in difesa, peggio in attacco.

(Dal 64’ Ghoulam 5,5: di certo non può fare miracoli l’algerino che pure entra voglioso. Prova a combinare qualcosa).

Fabian Ruiz 4: da un calciatore con la sua qualità ci si aspetta sempre quel qualcosa in più. Ed invece lo spagnolo non combina nulla, giocando male e risultando perfino irritante. Un disastro.

Bakayoko 5: prova a fare da tampone in mezzo al campo ma da solo può davvero poco. Cerca di non perdere mai la bussola.

(Dal 64’ Lobotka 5: la gara, di fatto, è già finita al suo ingresso in campo e lo slovacco si adagia sui ritmi che la sfida ha preso).

Politano 4: non contrasta Marusic sul cross che porta al vantaggio biancoceleste ma, soprattutto, non ne indovina una in attacco. Abulico e fumoso.

(dal 55’ Elmas 5,5: gioca a sinistra e, almeno all’inizio, ci mette velocità e voglia di fare. Poi, però, anche non aiutato dai compagni, si spegne lentamente).

Zielinski 4,5: tre passi indietro almeno rispetto alle ultime prestazioni. Il polacco inizia benino, poi non combina più nulla. Non mette in mostra le sue qualità, non aiuta a centrocampo e non riesce ad essere di supporto a Petagna. Il nulla.

Lozano 6: l’unico che si danna, l’unico che si ribella alla sconfitta e prova a scuotere i suoi. Lotta e combatte su ogni pallone, corre e crea, vola, prende calci e si rialza fino all’ultimo che lo mette ko. Esce con la caviglia gonfia e fasciata con il ghiaccio ed è la peggiore notizia della serata. (dal 74’ Malcuit s.v.).

Petagna 6: strappa la sufficienza per l’impegno, per provare a fare qualcosa. Non ha nitide occasioni perché di palle gol giocabili non ne ha proprio. Lotta, fa a sportellate con i centrali biancocelesti e si propone ma il calcio è u gioco di squadra.

20 Dicembre 2020 23:07 - Ultimo aggiornamento: 20 Dicembre 2020 23:07
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi