03 Aprile 2020 - Aggiornato alle 06:20
SPORT
Lazio-Napoli: "Secondo super scoglio di un gennaio davvero infernale" di Giovanni Spinazzola
10 Gennaio 2020 17:54 —

Il Napoli si appresta ad affrontare il secondo super scoglio di un gennaio davvero infernale; i partenopei se la vedranno, infatti, con la Lazio all’Olimpico in un’altra sfida proibitiva dopo l’Inter. La classifica langue, però, e gli azzurri non possono permettersi il lusso di perdere altri punti per strada. Serve una reazione, anche per ridare morale e motivazioni ad una piazza depressa, quasi travolta dagli eventi. Un colpo contro la terza forza del campionato, contro una squadra reduce da otto vittorie consecutive, darebbe un grande impulso a tutto l’ambiente e, soprattutto, darebbe a Gattuso la certezza di essere sulla strada giusta. Il tecnico, per sua ammissione, sta iniziando a vedere quanto chiede ma la squadra è ancora in emergenza; Demme non è stato ancora ufficializzato, Lobotka solo domani svolgerà le visite mediche (a proposito, accordo chiuso con il Celta Vigo sulla base di 21 milioni più 4 di bonus, al ragazzo quinquennale da 1,8 milioni di euro a stagione) ed il tecnico deve continuare a fare di necessità virtù, con Fabian Ruiz ancora adattato vertice basso della mediana. Grande attenzione il Napoli dovrà averla tra le linee, perché Immobile attacca la profondità come pochi; marcature preventive, quindi, e spazi chiusi tra i reparti, solo così si potrà neutralizzare la potenza offensiva dei biancocelesti per poi dare libero sfogo alla fantasia del reparto offensivo azzurro. Eh sì, perché il Napoli non deve rinunciare al suo gioco d’attacco, nel Dna della squadra partenopea. Pedalare con la testa sgombra ed una gamba brillante; Gattuso ha indicato la via. Non c’è più nulla da scherzare. Al termine dell’allenamento, il tecnico calabrese ha diramato la lista dei convocati.

Allan, Callejon, Daniele, Di Lorenzo, Elmas, Fabian Ruiz, Gaetano, Hysaj, Insigne, Karnezis, Llorente, Lozano, Luperto, Manolas, Mario Rui, Milik, Ospina, Tonelli, Zielinski.

Appena 19, con Ringhio che continua a perdere pezzi. Out Meret (non si è allenato negli ultimi due giorni e Gattuso non l’ha voluto rischiare), fuori causa anche Koulibaly, Maksimovic, Ghoulam e Mertens.

Sarà classico 4-3-3, quindi, con Luperto ormai pronto ed una delle due varianti rispetto all’undici visto contro l’Inter; con il “canterano” in campo, Di Lorenzo torna nel ruolo di terzino destro con Mario Rui sull’out opposto e Manolas al centro. Tra i pali Ospina, l’altro cambio rispetto a lunedì scorso, con Meret nemmeno convocato. In mediana Allan e Zielinski mezz’ali con Fabian Ruiz davanti alla difesa; solito tridente, poi, con Callejon ed Insigne ai lati di Milik.

Inzaghi, invece, deve rinunciare a Parolo (squalificato) Lukaku, Vavro e forse a Marusic; Correa verrà valutato, mentre Jony, Lulic e Cataldi dovrebbero essere a disposizione come ammesso dallo stesso tecnico in conferenza stampa. In caso Correa non dovesse farcela, spazio a Caicedo accanto ad Immobile nel 3-5-2; Lazzari e Lulic esterni a tutta fascia, tornano Luis Alberto e Lucas Leiva al centro con Milinkovic-Savic a completare il reparto.

Probabili formazioni

LAZIO (3-5-2): Strakosha; Luiz Felipe, Acerbi, Radu; Lazzari, Luis Alberto, Lucas Leiva, Milinkovic-Savic, Lulic; Caicedo, Immobile.

NAPOLI (4-3-3): Meret; Di Lorenzo, Manolas, Luperto, Mario Rui; Allan, Ruiz, Zielinski; Callejon, Milik, Insigne.

10 Gennaio 2020 17:54 - Ultimo aggiornamento: 10 Gennaio 2020 17:54
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi