27 Luglio 2021 - Aggiornato alle 11:46
MONDO ANIMALE
Le regole fondamentali da seguire per vivere in armonia con il nostro amico a quattro zampe
14 Aprile 2021 14:59 —

Spesso si lanciano allarmi sui pericoli dei cani per la salute umana cagionati da cani aggressivi, sulla base delle persone ricoverate presso strutture sanitarie in seguito a morsi dichiarati. A causa di ciò partono i linciaggi mediatici nei confronti di cani di razza Pittbull, che stilano le famose classifiche dei cani aggressivi, che spesso sortiscono nessuno effetto pratico sul fenomeno dell’aggressività del cane in casa, se non quello di aumento di casi di abbandono dei Pitbull e così via.

Quello che spesso sfugge è che l’ottanta per cento delle aggressioni da cane a uomo avvengono all’interno delle mura domestiche e per ragioni di leadership, cioè del cane che comanda in casa.

Questo non significa che ci sono razze più aggressive di altre, ma forse dovremmo fermarci un attimo a riflettere su che cosa significa veramente accogliere un cane in casa. Il cane ha un concetto dei rapporti sociali rigidamente gerarchico piramidale, tradotto in termini spiccioli per un cane la vita è fatta di capi, vice capi, vice-vice capi. Il che significa che tra lui e il suo padroncino, se non comanda uno, comanda l’altro. Purtroppo c’è ancora troppa gente che tratta il cane come se fosse un figlio, non considerando che il cane è diverso da un uomo che vive secondo canoni e rapporti sociali in modo non gerarchico, senza contare che con un cane non si può istaurare un dialogo come quello che si può istaurare con un essere umano.

Ecco che, a volte per il troppo amore non cogliamo dei piccoli segnali d’allarme che ci dovrebbero spingere a capire che forse il nostro cane sta crescendo nell’illusione di essere il capo della casa. Dovremmo capire che ogni sua richiesta è un comando, se il cane gestisce il proprio padrone vuol dire che è lui il capo. In quante famiglie avvengono episodi tipo: “scendi dal divano” – il cane ringhia- “va beh, prendi un biscottino così ti calmi e scendi”. Cosa stiamo insegnando al cane? La lezione che lui sta apprendendo è che più ringhia più ottiene ciò che vuole. Darla sempre vinta al cane non è un atto d’amore. Non dobbiamo aver paura di non impartire qualche punizione al cane, specialmente nell’età adolescenziale, poche regole chiare subito ci eviteranno una vita di conflitti. Adottare un cane è una scelta d’amore facciamo sì che diventi anche una scelta d’armonia.

Domenico Esposito

14 Aprile 2021 14:59 - Ultimo aggiornamento: 14 Aprile 2021 14:59
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi