18 Ottobre 2021 - Aggiornato alle 02:39
SPORT
Leicester-Napoli: 2-2. "Ohhhhhhsimhen" di Giovanni Spinazzola
16 Settembre 2021 23:50 —

“Oggi avevamo la mentalità giusta”. Parole e musica di Kalidou Koulibaly che, nell’intervista post gara ai microfoni di Sky Sport, ha spiegato in una frase il perché il Napoli sia uscito imbattuto dal King Power Stadium di Leicester. Il centrale senegalese, da leader consumato qual è, da vicecapitano della squadra ha anche candidamente ammesso come sul piano della mentalità debba ancora migliorare la squadra. Il Napoli visto in Inghilterra, però, ha confermato le ottime impressioni percepite in questo inizio di stagione. È una squadra mai doma, con Spalletti che ha inculcato ai suoi ragazzi il combattere fino all’ultimo minuto. Pareggiare in Inghilterra, in uno stadio caldo come quello del Leicester e contro una delle migliori formazioni della Premier non è certo impresa da tutti i giorni; è dimostrare di avere gli attributi grandi come cocomeri, di gettare il cuore oltre l’ostacolo e di non arrendersi mai. Il resto, poi, l’hanno fatto anche e soprattutto la lettura della gara del tecnico ed i cambi in corsa. Ounas e Politano sono stati decisivi, soprattutto l’algerino, sempre più 12mo uomo di una squadra alla terza rimonta consecutiva. Stavolta non è arrivato il successo come con Genoa e Juve, ma in Inghilterra il Napoli ha alzato il coefficiente di difficoltà, recuperando addirittura un doppio svantaggio. Sugli scudi, manco a dirlo, Victor Osimhen. L’uomo tanto atteso, se vogliamo, protagonista di una gara da Dott. Jekyll e Mr. Hide. Irritante ed abulico nel primo tempo, fino ad innescare imprecazioni di massa nel popolo azzurro quanto devastante nella seconda metà di gioco; anzi, negli ultimi 25’, quelli della doppietta che hanno portato i partenopei a conquistare un punto d’oro all’esordio contro la più forte del girone. Un pallonetto delizioso al termine di una giocata da spellarsi le mani per gli applausi ed un’incornata precisa e potente, due zampate fameliche come quelle di una pantera che si è caricata la squadra sulle spalle come ci si aspettava. Se tra le note positive rientra anche il solito Koulibaly ma pure il debutto di Malcuit, bene da inizio gara, è chiaramente inaccettabile la reazione arrivata solo dopo gli schiaffi ricevuti in pieno volto. Il Napoli ha iniziato a carburare dopo i primi 20’, già sotto nel punteggio e con Ospina chiamato al miracolo. E lì si è visto il peggio della squadra; errori di concetto alternati a buone trame di gioco ma soprattutto il festival degli orrori negli ultimi 15 metri. Tiri sbilenchi, palloni calciati in cielo quasi a voler colpire la Crew Dragon della Space X di Elon Musk, la prima navicella nello spazio con a bordo solo turisti ed una collezione infinita di calci d’angolo, utili a poco. Topiche che hanno mandato su tutte le furie Spalletti, indemoniato a bordo campo, ed anche con ragione. Fabian Ruiz e Zielinski hanno gareggiato tra loro a chi la combinava più grossa e forse ha vinto il polacco, sostituito dal tecnico immaginiamo quasi in preda ad una crisi di nervi. Il cinismo – insieme alla mentalità vincente – è sempre mancato a questa squadra; nel corso degli anni l’abbiamo sottolineato in più di un’occasione (di fatto, è una nostra battaglia) e la gara di stasera ha dimostrato come sia necessario ancora lavorare su quest’aspetto. Le basi, però, ci sono; il Napoli, peraltro, ha dimostrato di avere una rosa adeguata in grado di sostenere il doppio confronto. Il mini turn over ed i cambi non hanno abbassato il tasso di qualità, con l’allenatore che ha sfruttato fin qui tutti i calciatori a sua disposizione, ad eccezione del giovane Zanoli e del terzo portiere Marfella. Il futuro è roseo e co il rientro degli infortunati si può anche sognare in grande, a patto che si limino le sbavature. Lunedì ad Udine l’ennesimo confronto, un nuovo banco di prova contro una formazione capace di bloccare la Juve, in salute dal punto di vista atletico e pericolosa da quello tecnico. Il monday night dev’essere solo un’ulteriore conferma della strada intrapresa dai partenopei.

16 Settembre 2021 23:50 - Ultimo aggiornamento: 16 Settembre 2021 23:50
Altri contenuti
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi