11 Dicembre 2019 - Aggiornato alle 08:46
SPORT
Milan-Napoli: "Il giorno della verità" di Giovanni Spinazzola
22 Novembre 2019 15:49 —

Il giorno della verità è (quasi) arrivato. La Serie A torna dopo la sosta per le Nazionali e non c’è più tempo da perdere; il Napoli sarà di scena a Milano, al Meazza contro il Milan, altra formazione in crisi ed alla ricerca di punti per rialzare la testa. Una sfida tra disperate, quindi, con i partenopei che non possono più permettersi passi falsi (ma nemmeno i rossoneri, molto vicini alla zona retrocessione). La corsa scudetto non è mai iniziata ed è finita già, ma ora c’è addirittura in ballo il quarto posto, l’ultimo utile per centrare la qualificazione alla prossima Champions League, fondamentale per le casse dei partenopei, visto anche il monte ingaggio “importante”. Vincere è una priorità assoluta, per provare a respirare e scacciare via i brutti pensieri; il successo manca da un mese in casa azzurra, la media nelle ultime gare è da retrocessione ed i mugugni continuano ad aumentare. Il tutto mentre sono partite le lettere con cui De Laurentiis multerà i calciatori per l’ammutinamento post Salisburgo; si parte dal 25% dello stipendio lordo mensile, con il pugno duro annunciato e messo in pratica dal Presidente. Situazione estremamente difficile, quindi, con la squadra chiamata ad affrontare il Milan a San Siro ed il Liverpool ad Anfield mercoledì; Ancelotti, quindi, ha un compito durissimo. Re Carlo deve mediare tra squadra e società e soprattutto deve trovare la quadratura del cerchio per far ripartire la squadra dopo il momento delicato; dall’alto della sua esperienza è l’unico in grado di poter dare la svolta ai partenopei.

La gara sarà diretta da Orsato di Schio; Giallatini e Mondin gli assistenti, quarto uomo Massa. VAR: Irrati, AVAR: Tolfo.

Ancelotti è in dubbio tra il 4-4-2 ed il 4-3-3 ma, con la duttilità dei calciatori in campo, è solo una questione numerica. In attacco Mertens con Callejon ed Insigne in caso di tridente, con Elmas in mediana tra Zielinski e Fabian Ruiz. Se dovesse essere 4-4-2, ballottaggio Elmas-Callejon con possibile inserimento di Lozano o Llorente, vista l’indisponibilità di Milik. In difesa se Manolas dovesse dare garanzie giocherà, altrimenti spazio per Maksimovic accanto a Koulibaly, con Di Lorenzo e Mario Rui terzini. In porta Meret.

Pioli deve scegliere il sostituto di Calhanoglu nel tridente rossonero; Bonaventura in vantaggio su Rebic per agire accanto a Suso e Piatek, mentre in mediana Biglia prenderà il posto Bennacer squalificato, con Paquetà e Krunic mezz’ali. In difesa Musacchio e Romagnoli al centro con Conti ed Hernandez terzini davanti a Donnarumma.

Probabili formazioni

MILAN (4-3-3): Donnarumma; Conti, Musacchio, Romagnoli, Hernandez; Paquetà, Biglia, Krunic; Suso, Piatek, Bonaventura. All. Pioli

NAPOLI (4-3-3): Meret; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Mario Rui; Zielinski, Elmas, Fabian Ruiz; Callejon, Mertens, Insigne. All. Ancelotti

22 Novembre 2019 15:49 - Ultimo aggiornamento: 22 Novembre 2019 15:49
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi