24 Febbraio 2019 - Aggiornato alle 03:47
SPORT
Milan-Napoli: Secondo atto ma con finale alternativo
28 Gennaio 2019 18:06 —

Milan-Napoli atto II. Stesso stadio, stessi colori, stesso avversario; cambia, però, la competizione, con la Serie A che lascia il posto alla Coppa Italia e ad una gara ad eliminazione diretta. Lo 0-0 di sabato è già in archivio ed il pareggio al 90’ domani sera servirebbe solo a prolungare la sfida ai supplementari. Il Napoli dovrà far tesoro degli errori commessi in campionato e cercare di conquistare il pass per la semifinale andando ad espugnare per la prima volta in questa stagione San Siro, apparso un po’ stregato fin qui. Ancelotti ha analizzato a Castel Volturno gli errori con i suoi calciatori ed ha spiegato ai suoi ragazzi tutto quello che non vuole più rivedere, a partire dalla mancanza di cinismo e cattiveria sotto porta e da una determinazione ed intensità mancate nella prima frazione di gioco. La Coppa Italia, infatti, è un obiettivo per i partenopei e la semifinale da raggiungere il primo traguardo di una stagione che vede gli uomini di Ancelotti impegnati su tre fronti. Una vittoria, poi, darebbe anche motivazioni ad una squadra che, fin qui, non è riuscita ancora a fare risultato in trasferta contro una big (Lazio esclusa) con sconfitte contro Juve ed Inter e pareggio con il Milan. Eliminare i rossoneri nella Scala del calcio avrebbe sicuramente un effetto volano per il prosieguo della stagione, con tanto di prova di maturità.  Gli azzurri, intanto, saranno diretti dall’arbitro Giacomelli di Trieste. Assistenti: Costanzo-Meli. IV Uomo: Di Bello. VAR: Aureliano-Schenone. Lascia decisamente perplessi questa designazione, perché il triestino si è reso protagonista di un errore grossolano proprio sabato scorso in Milan-Napoli. Giacomelli, infatti, era al VAR e non ha segnalato all’arbitro Doveri il fallo di Bakayoko su Insigne, per un rigore netto negato agli azzurri (non è la prima volta in questa stagione). Al termine dell’allenamento odierno (avvio con attivazione a secco con l'utilizzo di ostacoli bassi e torello, poi allenamento tecnico e lavoro tattico e chiusura con partitina a campo ridotto), Carlo Ancelotti ha diramato la lista dei convocati. Sono rimasti a Napoli Albiol ed Hysaj vittime di leggeri affaticamenti muscolari, così come Younes – non ancora pronto – e Verdi, squalificato. Partirà insieme alla squadra il giovane gioiello Gaetano. Ecco l’elenco.  
I convocati: Meret, Ospina, Karnezis, Malcuit, Maksimovic, Koulibaly, Luperto, Ghoulam, Mario Rui, Diawara, Hamsik, Fabian Ruiz, Allan, Zielinski, Ounas, Mertens, Insigne, Milik, Callejon, Gaetano.
Ancelotti, rispetto a sabato, dovrebbe operare qualche cambio; in porta torna Meret dopo l’ottima prova di Ospina in campionato; in difesa Maksimovic affiancherà Koulibaly con Malcuit e Ghoulam terzini. Fabian Ruiz – squalificato in Serie A – agirà a centrocampo accanto ad Allan, con Callejon e Zielinski esterni; in attacco Mertens favorito su Milik accanto ad Insigne. 
In casa Milan dovrebbe agire dal 1’ Piatek al posto di Cutrone, con esordio ufficiale da titolare per il polacco in rossonero; ai lati dell’ex Genoa Suso e Calhanoglu mentre in mediana Paquetà, Bakayoko e Kessié. L’ex Reina è infortunato, quindi Gigio Donnarumma con Musacchio e Romagnoli davanti; Conti affaticato, siederà n panchina, Calabria e Ricardo Rodriguez terzini. 
Probabili formazioni 
MILAN (4-3-3): Donnarumma; Rodriguez, Musacchio, Romagnoli, Calabria; Paquetà, Bakayoko, Kessie; Calhanoglu, Piatek, Suso.
NAPOLI (4-4-2): Meret; Malcuit, Maksimovic, Koulibaly, Ghoulam; Callejon, Fabian, Allan, Zielinski; Mertens, Insigne.

Giovanni Spinazzola 

28 Gennaio 2019 18:06 - Ultimo aggiornamento: 28 Gennaio 2019 18:06
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi