23 Settembre 2019 - Aggiornato alle 21:42
SPORT
Napoli-Arsenal: Ancelotti amareggiato, "non siamo stati bravi"
19 Aprile 2019 00:21 —

È un Carlo Ancelotti deluso ed amareggiato quello che si presenta ai media dopo la sconfitta e l’eliminazione contro l’Arsenal.

"Dovevamo sfruttare gli episodi, non ci siamo riusciti e a questi livelli vieni punito".

"Sullo 0-0 abbiamo avuto due occasioni: una con Callejon e l'altra con Milik. Se riesci a fare gol in quel frangente, poi cambia l'andamento anche emotivo della gara".

"Purtroppo non siamo riusciti a segnare e poi abbiamo subìto la rete che ha segnato la sfida. Peccato perchè nella prima mezzora eravamo in partita e abbiamo prodotto palle gol".

"Dopo il loro vantaggio c'è stato un calo di fiducia, come è ovvio che sia, è chiaro che in questi match contro grandi squadre, soprattutto, va sfruttata la minima occasione ed hai bisogno che gli episodi vadano a tuo favore. Stasera non è accaduto, come pure all'andata".

"Avremmo meritato di segnare e di sbloccare la partita. Non siamo stati bravi. Purtroppo via via abbiamo perso in questi ultimi tempi un po' di ordine, lucidità e capacità di finalizzazione. Siamo meno veloci e meno profondi e questo comporta difficoltà realizzative".

Il tecnico ha commentato la sostituzione di Insigne.

"Era dispiaciuto per qualche fischio e soprattutto era amareggiato per il risultato della gara. Va compreso il suo malumore, ma non era certo per la sostituzione".

Capitolo futuro.

"Adesso dobbiamo consolidare il secondo posto e poi guardare al prossimo anno. Abbiamo basi solide per programmare e rinforzare la rosa. Il bilancio per me è positivo. So che nel calcio ci sono sempre critiche ma sono sereno. Insieme alla Società sappiamo cosa fare seguendo le nostre possibilità e la nostra linea programmatica".

"Abbiamo inserito ottimi calciatori giovani e altro ancora faremo per rendere più competitiva questa squadra. Siamo in piena armonia e lavoreremo tutti insieme. Poi le chiacchiere, come le critiche, se le porta via il vento...".

Kalidou Koulibaly, uno dei leader di questo Napoli, ha così commentato a Sky la gara con l’Arsenal.

"Analizzeremo la partita domani, abbiamo provato a sbilanciarci, abbiamo avuto anche occasioni, ma non ci siamo riusciti. A questo livello se non segni non ti qualifichi. Non puoi sbagliare nulla, c'è mancata un po' di concretezza, loro hanno fatto gol al primo tiro, peccato, avessimo segnato li avremmo messi in difficoltà. Dobbiamo fare di più, in Champions fatto meglio, ma non ci siamo qualificati, in Europa League ci abbiamo provato, ma non ce l'abbiamo fatta. Insigne? Mi dispiace che tutti vadano contro di lui, dà sempre il massimo. Per me rappresenta il Napoli, dobbiamo sempre sostenerlo. Dico così perché gli voglio bene, mi dispiace che lo fischino, spero che si tramutino in applausi in quanto ha bisogno dell’amore della sua città. Ora vinciamo contro l’Atalanta, lo dobbiamo ai tifosi. Cosa manca al Napoli? Non si può sbagliare, essere sempre al 100% e non sbagliare nulla dal primo all'ultimo minuto".

Anche Faouzi Ghoulam ha parlato ai microfoni di Sky dopo il ko.

"Nel calcio va così, l'Arsenal ha giocato bene, a noi dispiace. Ora dobbiamo restare uniti, dietro tutti i calciatori. Ci dispiace che Insigne sia stato fischiato, è un napoletano che rappresenta bene la città. È un ragazzo meraviglioso. Spero che la gente capirà che lui dà l'anima, è uno dei nostri leader. Noi dobbiamo restare dietro di lui e i tifosi devono fare lo stesso. Ci dispiace vederlo non bene nello spogliatoio perché è stato fischiato. Ora dobbiamo pensare a fare qualcosa di buono il prossimo anno".

Giovanni Spinazzola

19 Aprile 2019 00:21 - Ultimo aggiornamento: 19 Aprile 2019 00:21
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi