13 Novembre 2019 - Aggiornato alle 01:25
SPORT
Napoli-Atalanta: Scontro diretto al San Paolo di Giovanni Spinazzola
29 Ottobre 2019 16:29 —

Il pareggio con la Spal, per l’ennesimo passo falso con tanto di occasione sprecata, è già passato, andato nel dimenticatoio. Domani al San Paolo, infatti, arriva l’Atalanta; non è mercoledì di Champions League, trattasi di turno infrasettimanale, ma l’importanza della partita assume contorni da scontro diretto. È una sfida fondamentale; gli orobici, infatti, sono davanti in classifica, hanno il miglior attacco del campionato e mostrano un calcio spumeggiante (in Serie A, perché in Champions imbarcano acqua più del Titanic) ed il rischio dell’ennesima brutta figura è dietro l’angolo, soprattutto se in campo dovesse scendere una squadra abulica come quella di Ferrara. Mentalità giusta, quindi, per conquistare i tre punti e rilanciarsi in campionato, tenendo almeno il passo dell’Inter (impegnata stasera a Brescia) e provando a mettere un po’ di pressione alla Juve, di scena domani sera contro il Genoa di Thiago Motta. Perdere sarebbe catastrofico, con il morale che precipiterebbe sotto i tacchi e le critiche pronte a sommergere Insigne e compagni. È una gara importantissima, dicevamo, ed Ancelotti ha optato per il ritiro pre gara proprio per compattare il gruppo nella vigilia – forse – più importante di questo inizio di stagione. Ripartire e vincere sono le priorità per questo Napoli che potrà contare sul tifo di Marek Hamsik, presente per la prima volta al San Paolo dopo l’addio del febbraio scorso. Al termine dell’allenamento (la squadra si è allenata sul campo 2 ed ha svolto attivazione a secco in avvio seguito da serie di torelli, poi lavoro finalizzato alla reattività e chiusura con partitina a campo ridotto), Re Carlo ha diramato la lista dei convocati. Non ci sono Manolas, Hysaj e Malcuit. Manolas continua a lavorare a parte, mentre Hysaj ha svolto parte dell'allenamento in gruppo e parte seguendo la tabella personalizzata. Ecco la lista. I convocati: Allan, Callejon, Di Lorenzo, Elmas, Fabian Ruiz, Gaetano, Ghoulam, Insigne, Karnezis, Koulibaly, Llorente, Lozano, Luperto, Maksimovic, Mario Rui, Meret, Mertens, Milik, Ospina, Tonelli, Younes, Zielinski. Ancelotti dovrebbe proporre la miglior formazione possibile sempre, però, rispettando il turn over; tra i pali Meret, mentre in difesa Koulibaly e Di Lorenzo sono certi della maglia da titolare. Possibile Luperto ancora centrale (Maksimovic o Di Lorenzo a destra con Di Lorenzo – nel primo caso – o Mario Rui a sinistra) oppure a sinistra con l’ex Empoli a destra; in mediana torna Callejon a destra con Insigne a sinistra, mentre al centro Allan e Fabian Ruiz. In attacco ballottaggio tra Lozano, Mertens e Llorente per affiancare Milik ma non è da escludere Insigne in attacco e Zielinski a centrocampo. Gasperini, invece, dovrà fare a meno ancora di Zapata mentre Muriel potrebbe partire dalla panchina con Ilicic e Gomez in attacco e Malinovskyi tra le linee; a centrocampo De Roon e Pasalic con Hateboer e Gosens a tutta fascia. Toloi, Djimsiti e Kjaer davanti a Gollini. Probabili formazioni Napoli (4-4-2): Meret; Maksimovic, Luperto, Koulibaly, Di Lorenzo; Callejon, Fabian Ruiz, Allan, Insigne; Lozano, Milik. All.: Ancelotti Atalanta (3-4-1-2): Gollini; Toloi, Djimsiti, Kjaer; Hateboer, de Roon, Pasalic, Gosens; Malinovskyi; Ilicic, Gomez. All.: Gasperini

29 Ottobre 2019 16:29 - Ultimo aggiornamento: 29 Ottobre 2019 16:29
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi