29 Novembre 2021 - Aggiornato alle 12:56
SPORT
Napoli-Bologna: 3-0. "Una corazzata da guerra" di Giovanni Spinazzola
28 Ottobre 2021 23:46 —

Il Napoli mostra i muscoli e torna a vincere dopo lo stop di Roma, conquistando tre punti fondamentali che proiettano gli azzurri nuovamente in testa alla classifica. Tutto facile al Maradona, contro un Bologna spuntato e con tre assenze davvero importanti, incapace di impensierire gli azzurri. D’altronde troppo forte la squadra partenopea, come ha ammesso lo stesso Mihajlovic ai microfoni di Sky nel post gara. Niente turn over, o quantomeno un paio di turnazioni, perché Spalletti – nemmeno in panchina per la squalifica – sta gestendo anche quest’aspetto nel miglior modo possibile. Se, poi, hai in rosa un calciatore come Fabian Ruiz che tira sassate dalla distanza, beh, vien quasi da pensare “ti piace vincere facile”, come recitava la celebre pubblicità. Il 3-0 finale, arrotondato dalla doppietta di Insigne su rigore, è anche fin troppo stretto alla squadra partenopea, quattro giorni dopo il pari di Roma e, soprattutto, dopo la gran fatica del Milan contro i felsinei. Autoritaria la formazione partenopea, impressionante per la mole di gioco prodotta e per l’impressione che regala a tutti, quella che – prima o poi – riesca a segnare almeno un gol. Compatti gli undici azzurri, con uno schema ben preciso che coinvolge sempre Osimhen; il nigeriano anche stasera ha toccato un’infinità di palloni, si è procurato due rigori ed ha sfiorato la marcatura personale, magari tenendola in caldo per il derby di domenica pomeriggio contro la Salernitana. Difesa sbarrata, la migliore d’Europa, un gioco spumeggiante, sempre verticale a cercare la punta e finalizzare; queste le armi del Napoli, una squadra plasmata da Spalletti in una corazzata da guerra, in grado di non temere nessuno. Ed i calciatori stanno anche acquisendo la giusta consapevolezza, la mentalità sempre mancata, come ammesso da Insigne. È una formazione che gioca un calcio spettacolare, fatto di azioni di prima a disorientare l’avversario che può davvero portare lontano; servirà continuità e grande attenzione, già a partire da domenica, quando il calendario regalerà la Salernitana con il Milan impegnato a Roma, sponda giallorossa. Il Napoli, dal canto suo, ha un solo risultato a disposizione peraltro scendendo in campo prima dei rossoneri; i tre punti per poi mettersi comodi in poltrona e guardare la formazione di Stefano Pioli contro Mourinho.

28 Ottobre 2021 23:46 - Ultimo aggiornamento: 28 Ottobre 2021 23:46
Altri contenuti
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi