20 Marzo 2019 - Aggiornato alle 00:14
SPORT
NAPOLI-BOLOGNA: Diktat, vincere e ripartire
28 Dicembre 2018 20:48 —

Vincere e chiudere a testa alta il 2018. È quanto avrebbe chiesto Carlo Ancelotti ai suoi ragazzi nello spogliatoio di Castel Volturno, all’indomani dell’infausta trasferta di Milano che ha causato punti persi e calciatori squalificati. Il Napoli deve ripartire, è il diktat, è un imperativo categorico, perché ha bisogno di dimostrare di quale pasta sia fatto; gli azzurri devono andare oltre i torti subiti, oltre tutto e tutti. Fare quadrato e rispondere, con il condottiero Ancelotti pronto a spingere in battaglia il suo Napoli, proprio come Leonida, Re degli Spartani, l’eroe delle Termopili. Al San Paolo arriverà il Bologna di un Filippo Inzaghi quasi esonerato, uno dei calciatori che ha reso leggendarie le gesta del Milan guidato da Re Carlo. Tempo di rivangare il passato, però, non c’è, tantomeno di elargire doni; i tre punti sono obbligatori, perché il Napoli è anche l’unica inseguitrice della Juventus capolista. Un risultato negativo significherebbe regalare il titolo ai bianconeri e questo non è proprio contemplato in casa azzurra. I partenopei, manco a dirlo, avranno dalla loro parte un San Paolo pronto ad essere il 12mo uomo in campo, pronto a stringersi attorno ai suoi eroi – Koulibaly in testa – ed a spingere la squadra verso grandissimi traguardi. L’impianto di Fuorigrotta, complice anche le festività natalizie e di fine anno, va verso i 50mila spettatori, tutti decisi a scendere in battaglia, sportiva s’intende. 
Ancelotti deve fare a meno di Hamsik infortunato e degli squalificati Koulibaly ed Insigne (il Napoli farà ricorso ma per ridurre da due ad uno i turni di stop). Nel 4-4-2 potrebbe trovare posto Malcuit a destra in difesa con Ghoulam a sinistra mentre al centro Albiol e Maksimovic davanti a Meret, alla terza gara consecutiva. Napoli offensivo, con Callejon e Fabian Ruiz esterni e la coppia Allan-Zielinski al centro (ma occhio a Rog). In attacco scalpitano Verdi ed Ounas ma dovrebbero giocare dal 1’ Mertens e Milik. 
Inzaghi, invece, convoca Dzemaili ma nel 3-5-2 a centrocampo dovrebbero giocare Orsolini, Nagy e Svanberg con Mattiello e Mbaye esterni a tutta fascia. In attacco Santander e Palacio con Calabresi, Danilo ed Helander davanti a Skorupski. 
Probabili formazioni 
Napoli (4-4-2): Meret; Malcuit, Albiol, Maksimovic, Ghoulam; Callejon, Zielinski, Allan, Fabian Ruiz; Milik, Mertens. Allenatore: Ancelotti
Bologna (3-5-2): Skorupski; Calabresi, Danilo, Helander; Mattiello, Orsolini, Nagy, Svanberg, Mbaye; Santander, Palacio. Allenatore: Inzaghi

Giovanni Spinazzola

28 Dicembre 2018 20:48 - Ultimo aggiornamento: 28 Dicembre 2018 20:48
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi