21 Ottobre 2021 - Aggiornato alle 14:20
SPORT
Napoli-Cagliari: "Parola d'ordine: concentrazione" di Giovanni Spinazzola
25 Settembre 2021 18:08 —

Vincere per suonare la sesta sinfonia di un inizio di stagione da incorniciare. È questo l’obiettivo del Napoli che ormai non è più una sorpresa ma, anzi, una certezza, temuta a ragione ed in grado di mettere paura a tutti. Snobbata ad inizio campionato, la squadra partenopea è l’unica a punteggio pieno, dimostrando la sua forza gara dopo gara, minuto dopo minuto. Spalletti ha costruito un organico forte che gioca un calcio davvero molto apprezzabile, con un gruppo coeso e pronto ad aiutarsi in campo; ingredienti giusti e fondamentali per acquisire la mentalità vincente – da sempre problema atavico per Insigne e compagni – e vincere qualcosa d’importante. Occhio, però, alla troppa euforia; vincere aiuta a vincere, vero, ma sarebbe un grossolano e gravissimo errore pensare di essere forti e snobbare l’avversario di turno. Ogni gara va affrontata con la giusta concentrazione, con lo spirito di battaglia che ha contraddistinto in questo primo mese la formazione partenopea. Dopo le due trasferte consecutive trionfali, al Maradona arriva il Cagliari dell’ex Mazzarri; squadra tignosa, in grado di creare sempre problemi agli azzurri. Vincere è chiaramente obbligatorio per proseguire con il processo di crescita e per rispondere alle avversarie, che avranno già giocato quando gli azzurri scenderanno in campo.

In casa azzurra due i ballottaggi, che riguardano la zona offensiva; Insigne ed Osimhen sono certi di una maglia da titolare, mentre le coppie Politano-Lozano e Zielinski-Elmas si giocano le restanti due nel 4-2-3-1 confermatissimo. Davanti alla difesa Fabian Ruiz ed Anguissa, mentre in difesa si dovrebbe rivedere Manolas dal 1’ accanto a Koulibaly con Di Lorenzo e Mario Rui terzini. Tra i pali confermato Ospina.

Mazzarri, invece, punterà sul 4-4-2 con Joao Pedro e Keita in attacco; Nandez e Dalbert esterni di centrocampo con Marin e Strootman al centro. In difesa, invece, davanti a Cragno, Godin e Carboni con Caceres e Lykogiannis terzini. Il modulo può anche diventare 3-5-2.

La gara sarà diretta da Piccinini di Forlì. Assistenti: Vivenzi-Rossi. IV Uomo: Di Martino. VAR: Massa-Di Iorio.

Probabili formazioni

NAPOLI (4-2-3-1): Ospina; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Mario Rui; Anguissa, Fabian Ruiz; Politano, Zielinski, Insigne; Osimhen.

CAGLIARI (4-4-2): Cragno; Caceres, Godin, Carboni, Lykogiannis; Nandez, Marin, Strootman, Dalbert; Joao Pedro, Keita.

25 Settembre 2021 18:08 - Ultimo aggiornamento: 25 Settembre 2021 18:08
Commenti (0)


Per commentare questa notizia accedi all'applicazione o registrati se non hai ancora un account
Questo sito utilizza cookie tecnici per offrirti una migliore esperienza di navigazione sul sito.
Navigando su questo sito accetti l'utilizzo dei cookie.

Chiudi